sabato 27 maggio 2017

Il G7 ed i lavori straordinari

In queste settimane che hanno preceduto il G7 abbiamo visto un pò tutti i lavori straordinari di sistemazione della Tangenziale di Catania, dell'autostrada Catania - Messina, dell'Asse dei Servizi, così come avvenne per il Giro d'Italia.
Ovviamente "tutti contenti" perchè, ci diciamo, finalmente hanno sistemato le "scaffe", perchè hanno asfaltato alcuni tratti di strada che erano davvero penosi, perchè hanno rimosso spazzatura e detriti, e tutto in poche settimane.
Ma ciò che non va non è quanto è stato fatto in poche settimane, ma quanto invece non è stato fatto in decenni.
Le strade competenza dell'ANAS sono abbandonate; la Tangenziale è priva di illuminazione, o meglio i lampioni ci sono, ma sono da decenni dei grossi soprammobili ... e potrei continuare ...

Adesso, per veder sistemata qualche altra strada ... dovremo attendere qualche altro grande evento ... e questo non va bene!

Crollo dei prezzi nell'ortofrutta

Ieri sulla testata online "Corriere Ortofrutticolo" è stato pubblicato un articolo allarmante, e che fa comprendere che le dinamiche dei prezzi alla produzione sono talmente influenzate dai fattori produttivi, che è difficile stabilizzare i prezzi: "SPAGNA, COMPARTO DRUPACEE AL COLLASSO: “PREZZI IN CALO DEL 300%. È PARALISI
L'articolo lo trovate a questo link:

Qui sotto trovate, in copia/incolla, l'articolo di Chiara Brandi per intero.

Ricerca sulla siccità

Ricevo e pubblico.

Buonasera,
sono una ricercatrice in Gestione delle Risorse Idriche all'Università di Delft (in Olanda), in collaborazione con l'Università di Palermo (Ing. Idraulica - Ambientale, e Facoltà di Agraria). 
Sto svolgendo una ricerca sui problemi della carenza idrica e della siccità in agricoltura in Sicilia, 
al fine di avanzare proposte di miglioramento per le politiche e gli strumenti europei.
Per la raccolta dati ho sviluppato un questionario destinato agli agricoltori siciliani, anonimo e compilabile online al link:
Il questionario non prende più di 10 minuti e sarebbe di grande aiuto avere la vostra collaborazione!
Vi ringrazio in anticipo.
Resto disponibile per ogni domanda/chiarimento a riguardo,
Caterina

Ieri in Gazzetta Ufficiale

Sulla Gazzetta ufficiale di ieri, la n. 121, è stato pubblicato:

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE
ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 15 maggio 2017
Disposizioni nazionali di attuazione dei regolamenti (UE) n. 1308/2013 del Consiglio e (UE) n. 2016/1149 e 2016/1150 della Commissione, per quanto riguarda le comunicazioni relative agli anticipi

qui sotto il decreto in formato grafico

venerdì 26 maggio 2017

Sulla semplificazione burocratica: c'è o non c'è?

Notiamo situazioni completamente diverse sulla così tanto richiesta semplificazione burocratica: alcuni enti la vogliono e la attuano, in forza alle direttive comunitarie ed alla "Agenzia per l'Italia Digitale" http://www.agid.gov.it/, altri, invece, la esasperano e la acuiscono al contrario.

Ieri pomeriggio sono stato ad Acireale alla presentazione del SUAP Telematico.
In poche parole dal 1° luglio 2017 al comune di Acireale dovranno essere presentati progetti o richieste al SUAP esclusivamente per via telematica e con firma digitale: basta carte e basta pratiche perse, ma anche tracciabilità del procedimento in tempo reale.
In una intervista a Terra e Vita, poi, l'on.le De Castro, oggi europarlamentare, ma a suo tempo Ministro dell'Agricoltura, inneggia alla semplificazione burocratica avviata con il Decreto Omnibus.


Nel frattempo, però, osserviamo che sui vari PSR, di tutta Italia, alcune regione, come Puglia e Lombardia, hanno dematerializzato l'invio delle istanze e della documentazione, altre, come la Sicilia, invece, non solo rimangono ancorate ad obsoleti sistemi, ma hanno acuito ed esasperato la produzione cartacea.
Un esempio per tutti i 114 allegati che ho dovuto produrre per un reimpianto di agrumeto e realizzazione di un invaso per la raccolta delle acque irrigue.
Risme e risme di carte che potevano essere evitate e che, invece, vengono ancor oggi richieste.

Il prezzo del frumento

Ci siamo quasi: fra qualche settimana inizierà la mietitura del frumento, ma già ci sono lamentele sul prezzo che appare essere ancora basso, così come avvenne l'anno scorso.
Ed il collega palermitano dott. agr. Cosimo Gioia da settimane scrive su una apposita pagina Facebook sulla indecente situazione economica venutasi a creare nuovamente anche quest'anno

Ma novità aggiornate sui prezzi le trovate sul blog "Duro di Sicilia" al seguente indirizzo:

Foto dall'Etna

Vorrei ringraziare Giuseppe Distefano, fondatore di Etna Walk, per le foto bellissime riprese sull'Etna che pubblica, e che mette a disposizione di tutti.
Queste due fra le ultime.
Vi invito a visitare la sua pagina Facebook Etna Walk:

I codici nascosti di Android

Utilizziamo bene il nostro smartphone?
Lo utilizziamo appieno?
E quante applicazioni abbiamo che non utilizziamo, ma al contempo molte altre utili nemmeno le conosciamo?
E siamo o no al limite della "memoria" utilizzabile?
Queste tante domande che ogni utilizzatore di smartphone si fa, ma pochi sanno che esistono codici "nascosti" che hanno funzioni diverse.
Qualche giorno fa sulla testata online Androidpit.it è stato pubblicato un lungo elenco di codici nascosti, e le varie funzioni ad esse collegate:
Riporto sotto, in copia/incolla, i codici, ma fate attenzione al loro utilizzo.

giovedì 25 maggio 2017

L'elemosina della Misura 13 del PSR Sicilia, 2° puntata

Il 14 maggio scorso ho pubblicato una email che era arrivata da un agricoltore, che lamentava di avere ricevuto per la Misura 13 del PSR Sicilia 2014/2020 € 70,00 in luogo di € 700,00.
Oggi pubblico, dopo averne avuta espressa autorizzazione, una "lettera ricorso ed accesso agli atti" del dott. Colombo Marco Lombardo che, sempre per la Misura 13 del PSR Sicilia 2014/2020, in luogo di ricevere € 1.961,44 ne ha ricevuti appena € 67,58, ovvero il 3,44%. Una vera e propria elemosina.
Ed il dott. Lombardo non si è arreso innanzi a questa "misera elargizione", ed ha scritto "a mezzo mondo" (ed a me in copia) per chiederne i motivi.
Pubblico, ribadisco dopo averne avuta espressa autorizzazione, la lettera; non c'è altro da aggiungere.



Campagna iscrizioni al Consorzio di Tutela dell'Arancia Rossa di Sicilia IGP

Ricevo e pubblico.

Il Consorzio di Tutela dell'Arancia Rossa di Sicilia Igp, riconosciuto dal ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali dal mese di giugno 2015 e le cui attività principali sono la promozione, valorizzazione, tutela del prodotto e di informazione al consumatore, comunica di avere aperto le iscrizioni per aderire al Consorzio per la campagna agrumicola 2017/18. 

L'adesione al Consorzio consente di poter fregiare (commercializzare) le arance rosse (Tarocco, Moro e Sanguinello), con l'Indicazione geografica protetta "Arancia Rossa di Sicilia Igp", oggi molto richiesta sia dalla grande distribuzione sia dai consumatori, dato anche il recente andamento positivo, del 41%, occupato nella crescita complessiva del largo consumo dai segmenti benessere e naturale.

Arancia di Ribera a rischio irrigazione

Ricevo e pubblico.

COMUNICATO STAMPA

L’ARANCIA DI RIBERA DOP A RISCHIO PER LA MANCATA IRRIGAZIONE

L’agricoltura del territorio riberese, servita per l’irrigazione dalla diga Castello,  è sull’orlo della tragedia. Se non si irrigherà subito si rischia di perdere tutta la produzione.


Circa 3000 ettari di agrumeti e frutteti ad oggi aspettano ancora di essere irrigati dal sistema di distribuzione della diga Castello.
E già sono evidenti i danni per la mancata irrigazione. Dopo l’allegagione, in fase di ingrossamento del frutto, gli agrumeti sono entrati in stress idrico, con gli evidenti sintomi dell’accartocciamento delle foglie, cascola dei frutticini, dovute alla mancata irrigazione.
Agrumeti e frutteti delle vallate del Magazzolo e del Platani aspettano ancora di essere irrigati dai primi di maggio e, ancora non vi sono dati certi dell’inizio della stagione irrigua, per le continue perdite, nonostante le riparazioni, della rete adduttrice principale dalla diga Castello. Contrariamente a quello che accade nel bacino del Verdura, l’altra importante area dell’arancia di Ribera, dove è iniziata la seconda irrigazione.
E’ da anni che assistiamo ai continui ritardi e inefficienze nel sistema irriguo, alle perdite dell’adduttore principale della diga Castello, ad una rete colabrodo che mettono a serio rischio l’intera produzione dell’arancia di Ribera.  Alle calamità naturali, che questo anno hanno provocato perdite ingenti ai bilanci aziendali, adesso si aggiunge questa nuova calamità. Le inefficienze di un sistema irriguo che ricadono solamente sulle spalle dei produttori.
Il 50 % dell’agrumicoltura riberese rischia la tragedia se non si pone una volta per tutte una adeguata attenzione alla soluzione dei problemi della rete di distribuzione delle acque della diga Castello, che da anni viene sottoposta all’attenzione delle autorità competenti.
Tutti gli sforzi, gli impegni e gli investimenti per rafforzare il sistema produttivo dell’Arancia di Ribera, per stimolare la crescita dei nostri operatori, per  migliorare la qualità delle nostre produzioni, tutti i successi ottenuti risultano vani se non risolvono le basi fondamentali per fare AGRICOLTURA: la disponibilità dell’acqua.

Consorzio di Tutela Arancia di Ribera DOP

Agea: controlli 2017

Pubblico la Circolare AGEA.44438.2017 del 24 maggio 2017

Art. 52 del Reg. (UE) n. 1307/2013: sostegno accoppiato. Disciplina e controlli per la campagna 2017

qui sotto la circolare in formato grafico

Caldo in arrivo

Mentre dal centro Italia e fino alle Alpi le piogge in queste ultime settimane sono state abbondanti, da noi continua a non piovere.
La foto satellitare mostra una perturbazione che attualmente staziona sull'Italia centrale.
Le temperature, nella nostra isola, cominciano ad alzarsi, e ci avviciniamo all'estate.
Nessuna previsione di piogge, il meteogramma previsionale parla chiaro ...


mercoledì 24 maggio 2017

OCM Vino: ristrutturazione dei vigneti

Sulla Gazzetta Ufficiale di ieri, la n. 118, è stato pubblicato:

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE
ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 3 marzo 2017  Disposizioni nazionali di attuazione del regolamento (UE) n. 1308/2013 del Consiglio e del Parlamento europeo, del regolamento delegato (UE) n. 2016/1149 e di esecuzione (UE) n. 2016/1150 della Commissione, per quanto riguarda l'applicazione della misura della riconversione e ristrutturazione dei vigneti.

Qui sotto il decreto in formato grafico

Riconoscimento del Consorzio oliva DOP Nocellara del Belice

Pubblicato ieri sulla Gazzetta Ufficiale, la n. 118:

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE
ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 10 maggio 2017  
Riconoscimento del Consorzio di tutela e valorizzazione dell'oliva da tavola DOP Nocellara del Belice e attribuzione dell'incarico di svolgere le funzioni di cui all'articolo 53 della legge 24 aprile 1998, n. 128, come modificato dall'articolo 14, comma 15, della legge 21 dicembre 1999, n. 526, per la DOP «Nocellara del Belice».

Qui sotto il decreto

Programma contro gli sprechi

Pubblicato ieri sulla Gazzetta Ufficiale, la n. 118:

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE
ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 6 marzo 2017  Programma annuale contro gli sprechi, per l'anno 2016, finanziato dal Fondo nazionale contro gli sprechi, in attuazione della legge 19 agosto 2016, n. 166.

Qui sotto il decreto in formato grafico

L'Etna che fuma

L'Etna dopo qualche giorno di pausa, e dopo aver smesso da qualche settimana la sua attività effusiva, ha ripreso da ieri a "fumare" con intensità.
Ed anche questa mattina, mentre scrivo, la telecamera termica mostra due punti di fuoriuscita di gas.

martedì 23 maggio 2017

Sulle arance siciliane in Cina, 4° puntata

Concludo questa "carrellata" sulle "arance siciliane in Cina", lamentando, come faccio da decenni, che non vediamo attività istituzionale di promozione sul mercato locale delle produzioni agrumicole, nè tanto meno sul mercato europeo.
E guardo, però, a cosa il Ministero per le Politiche Agricole (giustamente) fa per altro settore produttivo: l'olivicoltura.
Il 10 aprile, infatti, il Ministero ha lanciato una "campagna istituzionale a sostegno dell'olio extra vergine d'oliva", così come si può leggere cliccando su questo link:

Concludo: ben vengano tutte, dico tutte, le iniziative atte a far conoscere le nostre produzioni in tutto il mondo, anche nei luoghi più remoti, sacrificando tempo di chi si spende per far ciò, e risorse, sperando di conquistare, o riconquistare, nuovi spazi commerciali o perduti nel tempo, e di far apprezzare le nostre arance, così per come meritano.

Per i più "pigri" qui sotto tutto il testo del comunicato stampa in rigoroso "copia/incolla".

Sui succhi d'arancia

Prendo spunto da un articolo pubblicato ieri dalla testata Freshplaza italia: L'Arancia Rossa siciliana fa colpo sulle etichette dei succhi: ma dati certi sulle forniture non ce ne sono, che potete leggere cliccando qui http://www.freshplaza.it/article/91098/LArancia-Rossa-siciliana-fa-colpo-sulle-etichette-dei-succhi-ma-dati-certi-sulle-forniture-non-ce-ne-sono, dove trovate una lunga intervista a Salvatore Imbesi della Agrumi - Gel, storica azienda di trasformazione di agrumi siciliana.

In un noto supermercato di una catena tedesca vengono venduti dei brick di succo d'arancia, chiamato "nettare arancia".
Se andiamo a leggere la composizione, troviamo: "nettare di arancia a base di succo concentrato. Frutta 50% minimo".

Nessuna indicazione sulla provenienza dei succhi. Non sappiamo, quindi, se il concentrato proviene dalle nostre arance, e quindi dalle nostre industrie di trasformazione, proviene dalla Spagna, dal Sudafrica, dagli Stati Uniti d'America, dal Brasile, ecc.
Non sappiamo nulla sulla provenienza; sappiamo solo che viene prodotto in provincia di Verona, cioè a 1.200 chilometri dalla zona di produzione.

Il G7 e le lape

Proseguono senza sosta i lavori di pulizia  della tangenziale di Catania e dell'asse dei servizi; camion e camion stracolmi di detriti fanno avanti ed indietro tutto il giorno ...
Un pò tutti ci lamentiamo del fatto che per decenni non si è visto nessuno ... ed adesso si darà l'immagine di una rete viaria efficiente e pulitissima.

E che succederà nei giorni in cui "i potenti della terra", o i loro accompagnatori, transiteranno nell'asse dei servizi o in tangenziale ... ed incontreranno le "lape" che dal Mercato ortofrutticolo viaggiano verso gli angoli della città?
O sarà impedito alle "lape" di circolare?