martedì 4 agosto 2015

Sui Consorzi di Bonifica

Ieri pomeriggio ho riferito la disponibilità idrica del lago Ogliastro, che rifornisce acqua per irrigazione alla piana di Catania ai tre Consorzi: il 7, il 9 ed il 10, ovvero Caltagirone, Catania e Siracusa.
Ma la situazione attuale è che da anni il trasferimento di somme pubbliche in favore dei Consorzi è andato scemando, a causa della ridotta disponibilità finanziaria in cui versa la Regione, gli agricoltori, però, non sono sempre in regola con i pagamenti, ed i debiti si sono accumulati, sia verso gli esterni, che verso i dipendenti.
La situazione è sfociata nelle settimane scorse con proteste e scioperi, ma non si riesce a "trovare la quadra".
Nel frattempo  l'estate avanza e ... gli agricoltori reclamano l'acqua, così come i dipendenti reclamano i pagamenti arretrati ... insomma il cane che si morde la coda.
Ci vuole un intervento della politica; urgentemente.

Sul consumo del suolo

Vi segnalo un articolo pubblicato da Luigi Costato sul sito internet dei Georgofili, riguardante il consumo del suolo ed il disegno di legge in discussione alla Camera dei Deputati.

ALCUNI APPUNTI SUL DISEGNO DI LEGGE N. 1050 (CAMERA DEI DEPUTATI) RECANTE “DISPOSIZIONI PER IL CONTENIMENTO DEL CONSUMO DEL SUOLO E LA TUTELA DEL PAESAGGIO”

Interventi per la Xylella Fastidiosa

Ieri in Gazzetta Ufficiale, la n. 178, è stato pubblicato:
MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE
ALIMENTARI E FORESTALI
DECRETO 21 luglio 2015  Dichiarazione del carattere di eccezionalita' per i danni causati da organismi nocivi (Xylella fastidiosa) nei territori della Regione Puglia dal 1º gennaio 2014 al 30 giugno 2015.


lunedì 3 agosto 2015

Dati invaso Caltagirone

Sul sito del Consorzio di Bonifica 7 - Caltagirone è presente una pagina con le quote di invaso, espresso in mc:
Scorrendo i dati si può vedere come l'invaso Ogliastro aveva un quantitativo di acque invasate al 1° gennaio 2015 di appena 20.862.000 di mc, in conseguenza delle tre annate siccitose avute nella nostra regione.
A partire da metà del mese di febbraio, però, le piogge di quel periodo hanno fatto sì che la quantità di acque accumulate è salita a ben 61.476.000 mc, potendo così assicurare una tranquilla erogazione sia per l'annata agraria i corso che per la prossima.
Alla data del 25 giugno 2015, ultima rilevazione presente sul sito, l'acqua contenuta nel lago Ogliastro era pari a 60.719.000 mc.

Ultimo giorno di caldo torrido

Secondo le previsioni meteo, oggi dovrebbe essere l'ultimo giorno di caldo "serio".
Da stasera discesa delle temperature.
mentre scrivo (ore 4:14) a Trecastagni ci sono ben 28,3°C, mentre alla piana di Catania 25,5°C.

Succede di tutto

Ricevo e pubblico.
Ormai è ufficiale siamo terzo mondo: sono fermo allo scandaloso passaggio a livello che porta al MAAS di Catania, la fila è già bella lunga, ma un conduttore di veicolo a tre ruote pensa bene di eludere la fila e non contento per parcheggiare in sicurezza scende dal mezzo e mette una bella pietra sotto la ruota posteriore. Ovviamente all'apertura delle sbarre blocca il traffico in entrambi i sensi e incurante lascia la pietra la centro della carreggiata... 
Europa???
Africa???
No Sicilia...

Sui social network

La differenza fra un blog ed un social network sta nel fatto che il blog devi andarlo a visitare quando vuoi, quindi decidi tu di seguirlo o no, i social network ti danno informazioni anche quando non le vuoi.
Oltre a ciò spesso, purtroppo, nei social network si instaurano discussioni fuorvianti o si incontrano persone desiderose solo di criticare negativamente. Nel blog, questo, succede raramente.
Questi alcuni dei motivi per i quali mi sono silenziato sulla maggior parte dei social network!
Il blog www.vigo.it rimane attivo, così come il social Instagram.

Festa del pomodoro di Pachino

Ricevo e pubblico
Una grande festa per il comparto produttivo del prodotto di spicco dell’ortofrutta pachinese, ma soprattutto una festa per tutto il territorio e le sue risorse migliori: così si annuncia la settima edizione della “Festa del Pomodoro di Pachino IGP”, che dal 4 al 9 agosto terrà compagnia ai visitatori del borgo marinaro di Marzamemi con molte attività di sport, spettacolo, arte e musica. Oltre ai consueti tornei di ping pong e calcio balilla, torna per la sua terza edizione “Paint Pachino Tomatoes”, estemporanea di pittura, che tanto successo ha avuto gli anni precedenti e che venerdì 7 agosto si svolgerà per le vie di Marzamemi.

domenica 2 agosto 2015

Rientro "affaticato"

Come sempre la domenica sera è un momento di rientro dalle zone balneari.
Su Google Maps ho appena visto che la fila al casello autostradale di Catania arriva quasi ad Acireale.
Non c'è verso di sistemare questo casello.
Da decenni la situazione è insostenibile!

Sul sud

Non mi è piaciuto affatto il commento del Presidente del Consiglio Matteo Renzi sul sud.
E' incentrato sui "piagnistei". Non ci sto!
Ci siamo tantissime persone oneste, che lavoriamo dalla mattina alla sera.
Abbiamo carenze infrastrutturali enormi, che nessuno prende in considerazione.
E, però, paghiamo le tasse alla medesima maniera del nord.
Ecco cìquali servizi ci mancano:

  • aerei a prezzi ragionevoli
  • treni veloci
  • banda larga
  • autostrade
  • strade
  • scuole
  • ospedali
  • fiscalità di vantaggio
Insomma non siamo un'isola, ma siamo un piccolo continente, forse mal gestito, forse mal curato, ma col cuore che in pochi hanno.


Sul nubifragio di Firenze

Tanta acqua quanta ne cade in un mese: ecco cosa ha messo sott'acqua Firenze e parte della Toscana, provocando danni ingenti.
Leggo sui mass media del bambino di cinque (alcune testate indicano quattro anni) anni annegato a Fiumefreddo di Sicilia.
Non riesco immaginare quale sia lo stato d'animo dei genitori, a cui esprimo la mia massima solidarietà.

Dati meteo

Questa la situazione meteo alla piana di Catania.
Anche oggi superati i 42 gradi!

Acquistare il burro, e non solo

Qualche giorno fa un amico di famiglia mi ha chiesto se il burro venisse ancora prodotto con il latte, perchè in un supermercato aveva trovato un panetto di burro con scritto "può contenere tracce di latte". Ha immediatamente lasciato perdere quel panetto di burro.

Continuo a suggerire di leggere le etichette prima di acquistare qualunque prodotto. nella etichetta c'è scritta la nazione di produzione (IT per Italia), ma anche la composizione del prodotto.
Altro elemento utile durante l'acquisto è la data di scadenza; a volte, infatti, troviamo prodotti scaduti da qualche giorno (mischiati con gli altri), o prodotti la cui scadenza è molto vicina alla data di acquisto.
Quindi ... occhi aperti durante gli acquisti.

Segnalazione danni

Caldo torrido, venti sciroccali, siccità che dura dal mese di marzo, eccezion fatta per qualche piccola pioggia sparsa, grandinate diffuse, intense e persistenti, ecco che le produzioni agricole (ovviamente non tutte) hanno subìto danni consistenti.
Alcune cultivar di agrumi sono state danneggiate dai venti freddi di fine maggio, con necrosi e cascola diffusa, ma anche il grano, o le pere, e comunque tutta la frutta in genere.
E' il momento, quindi, di fare le segnalazioni dei danni agli , Ispettorati Provinciali dell'Agricoltura, oggi U.S.A (Ufficio Servizio Agricoltura), all'Agenzia delle Entrate, e all'INPS, tramite il solito modulo, che può essere trasmesso anche per PEC.
Il modulo può essere scaricato cliccando qui.

sabato 1 agosto 2015

Sulla comunicazione

Qualche giorno fa scrissi una riflessione sui social network.
Noto sempre più spesso che nonostante l'informazione sia una delle cose basilari del nostro tempo, almeno nella vita sociale, i social network, che rimangono uno strumento potentissimo di divulgazione in tempo reale, non sempre raggiungono le persone che dovrebbero, invece, raggiungere.
E mi spiego meglio: spesso ci sono persone che "sembrano essere messe lì", giustappunto per disturbare, per criticare, ma non la critica costruttiva, solo per affondare il pensiero di chi, a volte, la pensa in modo diverso.
Altri, invece, rivoltano l'informazione solo per dare fastidio ... e ciò non va bene ...
Per questo ... momentaneamente ... mi rinchiudo nel mio blog, non aggiornando più i vari profili social network.

RIFORMA PAC - REGIME DEI PICCOLI AGRICOLTORI

L'Agea con la Circolare del 2 luglio 2015 n. ACIU.2015.306 - Riforma PAC spiega informa che, ai sensi dei  Regolamenti (UE) n. 1306/2013 e n. 1307/2013, è stato istituito un "regime  semplice  e  specifico  per  i  piccoli  agricoltori, al  fine  di  ridurre  i  costi amministrativi connessi alla gestione e al controllo del sostegno diretto e sono introdotte norme che semplificano  le formalità  riducendo,  tra  l'altro,  gli  obblighi  a  carico  dei  piccoli agricoltori,  quali quelli riguardanti la domanda di sostegno, le pratiche agricole benefiche per il clima e l'ambiente, la condizionalità e i controlli previsti dal Reg. (UE) n. 1306/2013".

Nella Circolare, che qui allego interamente, viene spiegato come fare le domande, il cui termine scade il 15 ottobre 2015.

L'aiuto percepito nell'ambito "del regime per i piccoli agricoltori sostituiscono i pagamenti da concedere per il regime di pagamento di base, il pagamento per l’inverdimento, il pagamento per i giovani agricoltori e il sostegno accoppiato facoltativo, per un importo massimo di euro 1.250. 
Gli  agricoltori  che  partecipano  al  regime  per  i  piccoli  agricoltori  sono  esonerati  dalle  pratiche agricole benefiche per il clima e l’ambiente."



Ancora caldo

Ancora caldo oggi e domani.
Caldissimo lunedì, con altra giornata a 40-42 °C.
Poi le temperature si riporteranno verso i 32-33°C, e le notti diverranno più fresche.
Mentre scrivo (ore 04:05) a Trecastagni la temperatura è di 26,4°C, mentre alla piana di Catania (zona Ramacca) 26,2°C.

venerdì 31 luglio 2015

Una spesa consapevole


Dalla newsletter settimanale del Conaf (Consiglio dell'Ordine Nazionale  dei dottori Agronomi e dei dottori Forestali) pubblico (in copia ed incolla) un comunicato stampa.

Frutta in tavola più sicura: è l’etichetta che ci garantisce
Ad Expo gli agronomi indicano le regole da seguire per spesa consapevole
Coretti, CONAF: «Il consumatore deve saper leggere le informazioni: è possibile ripercorre la storia del prodotto» 
Prodotti ortofrutticoli sicuri grazie al sistema di tracciabilità. Ovviamente anche il consumatore deve essere sempre più consapevole e fare attenzione all’etichetta, che ci garantisce sull’origine di frutta e verdura. Lo ha sottolineato la World Association of Agronomists quest’oggi, a Expo 2015 ,in occasione della Festa della Frutta e Verdura. Proprio alla Fattoria Globale, il padiglione degli Agronomi mondiali, gli “itinerari della frutta” – guidati da agronomi volontari – con mini-corsi di informazione hanno portato il consumatore a conoscere i segreti dell’acquisto consapevole dei prodotti ortofrutticoli, degustando uva da tavola proveniente dalla Puglia; meloni del Mantovano; pesche pugliesi, campane e lucane; e pere della Basilicata. Occorre essere a conoscenza – sottolinea WAA-CONAF - di ciò che si introduce nel proprio carrello previa lettura delle informazioni che accompagnano i prodotti ortofrutticoli e che sono riportate obbligatoriamente in  etichetta con l’obiettivo di trasferire al consumatore la consapevolezza di una scelta coerente con le proprie richieste/esigenze di sicurezza alimentare ed ambientale.
 «Il consumatore – ha spiegato Cosimo Coretti, consigliere CONAF, al pubblico della Fattoria Globale – deve innanzitutto sapere dove leggere le informazioni, ovvero nell’etichetta del prodotti, oppure nelle lavagnette-slim, nella fase di vendita al dettaglio. La normativa sull’ortofrutta – ha aggiunto – prevede una norma generale che si applica a tutti i prodotti soggetti all’OCM ortofrutta (quasi tutti i prodotti commercializzati); ci sono inoltre 10 norme specifiche che riguardano gli agrumi, fragole, lattughe, kiwi, mele, peperoni, pere, pesche, pomodori e uva da tavola».
Nell’etichetta del prodotto è obbligatoriamente riportata l’origine, nonché il nome e l’indirizzo dell’imballatore; inoltre alcune norme specifiche riportano altre informazioni come la natura del prodotto (se prevista anche la varietà: es. mele), la categoria commerciale ed il calibro.
«Quando acquistiamo un prodotto – ha sottolineato Coretti – siamo in grado di sapere tramite il sistema di tracciabilità e rintracciabilità della frutta e verdura, la loro origine: dall’etichetta il consumatore può, infatti, ricostruire e seguire il percorso di un alimento, attraverso tutte le fasi della produzione, della trasformazione e della distribuzione. Per questo possiamo affermare – ha concluso – che frutta e verdura sono garantiti a livello di sicurezza alimentare».

Addio frutteti?

Riporto un link di Agronotizie di un articolo che mette in luce le problematiche della sovraproduzione della frutticoltura italiana:
clicca qui

Nell'articolo si indica una riduzione delle superfici complessive da 426 mila a 286 mila ettari.

Secondo la Coldiretti "Il disboscamento delle campagne italiane è il risultato - spiega la Coldiretti - di una vera invasione di frutta straniera con le importazioni che negli ultimi 15 anni sono aumentate del 37 per cento ed hanno quasi raggiunto i 2,1 miliardi di chili ma anche di un progressiva riduzione dei consumi da parte delle famiglie."