martedì 22 gennaio 2019

In arrivo un salasso per i Consorziati dell'ex Consorzio di Bonifica del Lago di Lentini

Da anni, anche da troppi, parliamo della revisione dei Consorzi di Bonifica della Sicilia.
Anni ed anni di Commissari, che hanno solo fatto "galleggiare a stento" una situazione che affonda, nel totale disinteresse reale della politica.
La rete dei Consorzi di Bonifica è stata martoriata da scelte inopportune, per nulla dettate dalla tecnica e dalle vere esigenze degli agricoltori, creando uno "spezzatino" di competenze, creando accorpamenti faraonici e difficilmente funzionali, ma soprattutto creando continue ed insanabili inefficienze agli agricoltori, che poi sono coloro i quali dovrebbero essere i destinatari dei servizi resi dai Consorzi.
Oggi, dopo la insensata riunificazione dei Consorzi di Bonifica dell'Isola arriva l'ennesima stangata per gli agricoltori, a fronte di servizi fantasma e di bilanci scandalosamente ballerini.
E' di questi giorni, infatti, la delibera che fissa in € 5.850.411,00 l'emissione dei ruoli "istituzionali" 2016 e 2018, rispettivamente di € 2.340.164,00 e di 3.510.247,00.
Come tutti sappiamo i ruoli vengono emessi con un coefficiente moltiplicatore dei Redditi Dominicali, che nella Delibera in questione è pari (udite udite) a 1,9810!
Se andiamo a ritroso, e nemmeno poi di tanti anni, il coefficiente moltiplicatore era nel 2014, ad esempio, di 0,2475.
Si comprende bene quale sia l'impatto economico che questa Delibera infliggerà alle aziende agricole servite dalla rete Consortile dell'ex Consorzio di Bonifica del Lago di Lentini. Parliamo di circa 2.100,00 euro/ettaro solo di quote "istituzionali", alle quale poi andrebbero aggiunte anche quelle relative all'irrigazione.

... domani continua ...

Il rischio desertificazione in Sicilia - il calendario ambientale 2019

Pubblico il Calendario Ambientale 2019, che potete scaricare anche cliccando qui: http://www.calendarioambientale.it/

Esiste anche una pagina Facebook:
https://www.facebook.com/calendarioambientale2019

Riporto (in copia/incolla) il testo che è stato pubblicato sul sito internet del Calendario Ambientale:


Come ogni anno, dal 2012, ritroviamo l'appuntamento con il Calendario Ambientale (www.calendarioambientale.it) che nel 2019 è dedicato a "Cambiamenti Climatici e Lotta alla Desertificazione in Sicilia" e sempre in formato elettronico sia in pdf che jpg.

Il Cambiamento Climatico è una realtà che sta colpendo persone, comunità, ecosistemi. I segnali sono sempre più numerosi: dall’aumento del livello dei mari, alla fusione dei ghiacci artici, alle modificazioni delle correnti marine, alle ondate di calore ai fenomeni alluvionali sempre più frequenti. Il cambiamento climatico sta provocando sempre più vittime e disagi. L’ultimo rapporto dell’IPCC auspica che il riscaldamento globale del pianeta non superi 1,5°C. Da anni ascoltiamo tanti buoni propositi a parole, ma rileviamo poche azioni e ancor meno risultati per cercare di evitare i fenomeni più catastrofici.

La Polonia ha ospitato nel dicembre 2018  la COP 24; auspichiamo più fatti attraverso una mobilitazione di tutte le espressioni della società civile. Ben vengano quindi tutte quelle iniziative in grado di generare maggiore sensibilizzazione.

I Centri di Educazione Ambientale (CEA) Messina e Ramarro Sicilia lo fanno attraverso un Calendario Ambientale, una tradizione inaugurata otto anni or sono, ponendo al centro un tema ogni anno.

Il Calendario Ambientale (www.calendarioambientale.it) del 2019 è dedicato al tema dei Cambiamenti Climatici e Rischio Desertificazione in Sicilia, un primato della Sicilia nell’area mediterranea che reclama urgenti azioni mitigative.

La Sicilia dispone di qualificate conoscenze scientifiche attestate da una ricca letteratura. Le restituzioni cartografiche del calendario sono un esempio di interrogazioni di un DATA BASE GEO-RIFERITO (250 milioni di dati in linea) arricchito nel tempo attraverso un lavoro capillare e certosino di centinaia di tesisti e stagisti dell’Ateneo catanese ai quali viene dedicato, per l’impegno profuso, questo calendario.

Legenda MESI
GENNAIO - Rischio desertificazione in Sicilia nella prima metà del XX secolo
FEBBRAIO - Qualità climatica in Sicilia nella prima metà del XX secolo
MARZO - Rischio desertificazione in Sicilia nella seconda metà del XX secolo
APRILE - Qualità climatica in Sicilia nella seconda metà del XX secolo
MAGGIO - Rischio desertificazione in Sicilia nel 2030 (previsione su dati della NASA)
GIUGNO - Qualità climatica in Sicilia nel 2030 (previsione su dati della NASA)
LUGLIO - Siccità in Sicilia. Intensità (a) e Durata in mesi (b) nella prima metà del XX secolo, Intensità (c) e Durata in mesi (d) nella seconda metà del XX secolo
AGOSTO - Aridità in Sicilia. Intensità (a) e Durata in mesi (b) nella prima metà del XX secolo, Intensità (c) e Durata in mesi (d) nella seconda metà del XX secolo
SETTEMBRE - Variazione del rischio desertificazione nei territori comunali della Sicilia fra prima e seconda metà del XX secolo
OTTOBRE - Variazione del rischio desertificazione nei territori comunali della Sicilia fra seconda metà del XX secolo e l’anno 2030 (previsione)
NOVEMBRE - Rischio desertificazione nei territori del Parco regionale dei Nebrodi nella prima (a) e seconda metà del XX secolo (b) e delle Madonie (c, d)
DICEMBRE - Rischio desertificazione nei territori del Parco regionale dell’Etna nella prima (a) e seconda metà del XX secolo (b) e dei Sicani (c, d)

Sistema di Qualità Nazionale Produzione Integrata (SQNPI) - le schede delle colture orticole

Riporto, in formato grafico, le schede delle colture orticole per il Sistema di Qualità Nazionale Produzione Integrata (SQNPI).

lunedì 21 gennaio 2019

L'insostenibile leggerezza del Metafert - la perfezione della imperfezione

Della inutilità del Metafert abbiamo discusso migliaia e migliaia di volte, così come della sua inapplicabilità, così come della sua "valenza ZERO" dal punto di vista tecnico, così come della sua esasperante lentezza, così come della sua totale inefficienza, così come della sua instabilità, così come della sua impossibilità al salvare gli allegati caricati, così come della sua zoppicante certezza della esecuzione delle operazioni.
E tutte le problematiche appena descritte da parte dell'Assessorato Agricoltura vengono puntualmente "sminuite" e rigettate, come se il sistema funzionasse a meraviglia.
E nonostante tutti sappiamo (funzionari compresi) che il Metafert è inutile e non funziona ... ecco che ci si incaponisce ad ammettere (si mente sapendo di mentire) che il sistema è perfetto.
Questa frase "è perfetto" mi sembra che evochi quanto diceva l'accoppiata Cracolici - Cimò sul Bando settimino della Misura 4.1 del PSR Sicilia 2014/2020, bando che tutto aveva tranne che la perfezione.
E nella sua "perfezione della imperfezione" ecco che il Metafert non sa nemmeno fare le più semplici operazioni matematiche, figuriamoci i complicati calcoli a cui si atteggia "professore universitario".

Cari "estensori" del Metafert, estenuanti difensori dell'indifendibile, vogliate spiegare al Metafert che la somma di 23,70 + 50,70 + 25,60 fa 100 ... perchè lui, il Metafert ... non fa andare avanti ... perchè ci rimprovera sulla sommatoria della sabbia del limo e dell'argilla, somma che lui non sa fare ...
Eppure ho fatto quella somma diverse volte: alla mia calcolatrice fa 100, ma per il Metafert no ...
Eppure su questo inutile applicativo si "fonderebbero le regole delle concimazioni", eppure su questo sgangherato applicativo si basano le sanzioni comminate agli agricoltori anche quando è impossibile proseguire nella sua del tutto inutile compilazione, che per ogni "click" ha di bisogno da 5 a 7 minuti ...


Sistema di Qualità Nazionale Produzione Integrata (SQNPI) - le schede delle colture erbacee e foraggere

Riporto, in formato grafico, le schede delle colture erbacee e foraggere per il Sistema di Qualità Nazionale Produzione Integrata (SQNPI).

domenica 20 gennaio 2019

Come fare la richiesta di intervento economico per i danni subìti con il sisma del 26 dicembre 2018 nel catanese

Il Dipartimento Regionale della Protezione Civile ha pubblicato sul proprio sito internet la Direttiva per la concessione dei contributi ex artt.6 e 7 della OCDPC 566 del 28.12.2018 recante "Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza dell'evento sismico che ha colpito il territorio dei comuni di Zafferana Etnea, Viagrande, Trecastagni, Santa Venerina, Acireale, Aci Sant'Antonio, Aci Bonaccorsi, Milo, Aci Catena della provincia di Catania il giorno 26 dicembre 2018", che riporto qui sotto in formato grafico.
Questo, invece, il link per scaricare la modulistica:

Sul costo della raccolta differenziata

La raccolta differenziata è il sistema per tentare di riciclare parte dei rifiuti solidi urbani che produciamo e di ridurre, al contempo, anche le quantità di spazzatura che va via via accumulandosi nei vari centri autorizzati.
Ma il costo per i cittadini, a parte quello della effettuazione vera e propria della differenziazione dei rifiuti, è davvero più basso?
non sempre.
Un esempio che "vivo" a Trecastagni.
Da quando c'è la raccolta differenziata mi sarei aspettato un sensibile calo del costo del servizio. Niente di tutto questo: il servizio costa lo stesso, anzi qualcosina di più. 
Gli uffici comunali notificano una "bolletta" più leggera rispetto all'anno precedente, così da dare "un contentino psicologico" ai cittadini, ma a gennaio .... ecco che arriva il conguaglio che riporta il costo del servizio al pari dell'anno precedente, o addirittura a qualcosina in più.
E ... quindi ... i benefici economici ... non si capisce dove siano ... 
Tralascio, poi, che da due giorni la spazzatura a Trecastagni è diventata un arredo stradale a fianco dei lampioni ...

L'autostrada Catania - Ragusa come il Ponte sullo Stretto di Messina


Sul quotidiano LA SICILIA di ieri un ennesimo articolo che mostra lo stato dell'arte della realizzazione dell'autostrada Catania - Ragusa.
E' la stessa storia della realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina.
Questa autostrada ... è una di quelle opere pre-elettorali ... di cui si parla si parla ... e che chissà quando vedrà la luce.
E nel frattempo nel resto d'Italia, nel resto d'Europa, nel resto del mondo ... tutto va avanti.
C'è una voglia, esterna alla volontà dei siciliani, di far rimanere questa regione nello stato di arretratezza infrastrutturale in cui si trova.

Evoluzione meteo

Ieri la giornata è stata caratterizzata da un tempo di tipo "primaverile", e così sarà anche oggi.
Da domani in arrivo aria fredda, che porterà un ribasso delle temperature e qualche piovasco.
Da metà settimana ritorna il freddo invernale.
Permane un deficit nella quantità di pioggia caduta fra dicembre e gennaio.

sabato 19 gennaio 2019

L'incertezza e la confusione sulla nuova PAC 2021/2027

In attesa che le elezioni politiche europee diano un nuovo assetto al Parlamento Europeo, la nuova PAC 2021/2027 rimane qualcosa di nebulosa e soprattutto di incerto.
Centinaia e centinaia di pagine di documenti e di atti parlamentari, ma ancora oggi ... nulla è certo.
Oggi pubblico la presentazione delle proposte di modifica della nuova PAC e un link dal quale scaricare alcuni atti parlamentari:

Sistema di Qualità Nazionale Produzione Integrata (SQNPI) - le schede colturali dei piccoli frutti

Riporto, in formato grafico, le schede colturali dei piccoli frutti per il Sistema di Qualità Nazionale Produzione Integrata (SQNPI).

Operazioni finanziabili con i fondi dell'OCM Vino per la Misura Investimenti

Sul sito internet dell'Assessorato Agricoltura della nostra regione è stato pubblicato un avviso riguardante le operazioni finanziabili con i fondi dell'OCM Vino per la Misura Investimenti, che riporto in "copia/incolla", insieme ai documenti.
18-GEN-2019 - Bando Misura Investimenti dell'OCM Vino, Campagna 2018/2019
Come è noto la Misura Investimenti dell'OCM Vino è regolata, a livello nazionale, dal D.M. n. 911 del 14/02/2017 che recepisce la normativa europea di riferimento. L'Allegato II del decreto in questione contiene l'elenco delle operazioni finanziabili con i fondi dell'OCM Vino per la Misura Investimenti ed è soggetto a periodici eventuali aggiornamenti e/o modifiche chiarificatorie rappresentate dalle regioni; in tal senso questa Amministrazione aveva trasmesso delle modifiche da apportare al fine di definire con maggior chiarezza taluni interventi ammissibili. Tali modifiche sono state recepite, e quindi entrate in vigore, con il Decreto Direttoriale n. 239 del 11/01/2019 emesso dal MIPAF.
All'uopo pertanto, al fine facilitare e chiarire l'iter progettuale delle ditte partecipanti e in conformità a quanto rappresentato nel bando in merito alla normativa di riferimento, al presente avviso viene allegato il citato D.D. n. 239/2019 contenente il nuovo allegato relativo all'elenco delle operazioni finanziabili con i fondi dell'OCM Vino per la Misura Investimenti cui fare riferimento per gli investimenti richiesti a finanziamento.