Passa ai contenuti principali

Cenere dell'Etna: un grido di dolore

"Prelevo" da Facebook un post pubblicato dall'ing. Agostino Pennisi e pubblico, condividendo appieno.

SONO PASSATI TRE MESI E...
Sono passati tre mesi dal primo grave evento parossistico dell'Etna che ha danneggiato le nostre aziende: era la notte tra il 18 e il 19 febbraio. La Prefettura, sollecitata da Confagricoltura, ha riunito l'Ispettorato Provinciale per l'Agricoltura (IPA), i Sindaci dei Comuni danneggiati e le organizzazioni dei produttori attorno ad un tavolo lo scorso 7 maggio. Ancora ad oggi nessun sopralluogo è stato fatto nelle aziende.
Io mi chiedo: dato che nelle aziende - a tre mesi dall'evento - stiamo raccogliendo per scarto (col sistema "a scendialbero") il nostro prodotto, quali danni potrà constatare chi effettuerà i sopralluoghi?
Ed inoltre: i Sindaci dei Comuni danneggiati stanno svolgendo il loro ruolo politico di pressione nei confronti delle Autorità superiori al fine di fare dichiarare lo stato di calamità naturale?
Ed infine: gli assessori allo sviluppo economico si sono resi conto dei danni incalcolabili causati dall'Etna alle aziende ubicate nei loro territori amministrati?
Ed i Servizi di Protezione Civile hanno effettuato i monitoraggi di loro competenza? 
Non vorrei che quest'apparente inerzia corrisponda alla realtà dei fatti: se così fosse sarà difficile non pensare ad atti che mettano a repentaglio le responsabilità personali degli Amministratori.

Commenti

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.