martedì 29 novembre 2016

Proroga Misura 17.1 del PSRN 201/2020

Sulla Gazzetta Ufficiale di ieri è stato pubblicato:

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE
ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 13 ottobre 2016  Differimento del termine stabilito dal decreto 11 maggio 2016 per la presentazione di proposte per la concessione e pagamento di un contributo pubblico, ai sensi della sottomisura 17.1

Si tratta del differimento del termine  di  presentazione  delle  domande  di  sostegno   delle assicurazioni colture  vegetali  anno  2015  PSRN  2014   -   2020   sottomisura 17.1 (fino al 31/12/2016).

Qui sotto l'intero testo del Decreto.



 
 
                        IL DIRETTORE GENERALE 
dello sviluppo rurale  in  qualita'  di  Autorita'  di  gestione  del
         programma nazionale di sviluppo rurale 2014 - 2020 
 
  Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n.  165,  e  successive
modificazioni    e    integrazioni,    recante    «Norme     generali
sull'ordinamento del lavoro  alle  dipendenze  delle  amministrazioni
pubbliche» e, in particolare, gli articoli 14 e 16; 
  Visto il decreto-legge 16  maggio  2008,  n.  85,  convertito,  con
modificazioni,  dalla  legge  14  luglio  2008,   n.   121,   recante
«Disposizioni urgenti per l'adeguamento delle strutture di Governo in
applicazione dell'art. 1, commi 376 e 377, della  legge  24  dicembre
2007, n. 244»; 
  Visto il decreto legislativo  27  ottobre  2009,  n.  150,  recante
«Attuazione  della  legge  4  marzo  2009,  n.  15,  in  materia   di
ottimizzazione  della  produttivita'  del  lavoro   pubblico   e   di
efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni»; 
  Visto il decreto del  Presidente  del  Consiglio  dei  ministri  21
luglio 2016, registrato alla Corte dei conti il 7 settembre 2016 reg.
n. 2302, con il quale e'  stato  conferito  al  dott.  Emilio  Gatto,
dirigente di prima fascia, l'incarico di  direttore  della  Direzione
generale dello sviluppo rurale  nell'ambito  del  Dipartimento  delle
politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale; 
  Visto il decreto del  Presidente  del  Consiglio  dei  ministri  27
febbraio  2013,  n.  105,  «Regolamento  recante  organizzazione  del
Ministero delle politiche agricole alimentari e  forestali,  a  norma
dell'art. 2, comma 10-ter, del decreto-legge 6 luglio  2012,  n.  95,
convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135»; 
  Visto il decreto ministeriale 13 febbraio 2014,  n.  1622,  recante
l'individuazione degli uffici dirigenziali non generali del Mipaaf  e
la definizione delle loro attribuzioni nonche' dei relativi compiti; 
  Visto, in particolare, l'art. 1, comma 4, del  sopracitato  decreto
ministeriale 13 febbraio 2014, nel quale la Direzione generale  dello
sviluppo rurale (DISR) viene individuata come Autorita'  di  gestione
delle misure nazionali di sviluppo  rurale  cofinanziate  dall'Unione
europea ed e' supportata in tale funzione dagli uffici competenti per
materia; 
  Considerato che l'AGEA, ai sensi dei decreti legislativi 27  maggio
1999, n. 165,  e  15  giugno  2000,  n.  188,  e'  individuata  quale
Organismo pagatore e, in quanto tale, cura l'erogazione  degli  aiuti
previsti dalle disposizioni dell'Unione europea a carico del FEAGA  e
del FEASR ai sensi dell'art 7, paragrafo 1 del  regolamento  (UE)  n.
1306 del 2013; 
  Visto il decreto ministeriale  12  gennaio  2015,  registrato  alla
Corte dei conti il 1° febbraio 2015, reg. provv. n.  372,  pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 59 del 12 marzo
2015 relativo alla semplificazione della gestione  della  PAC  2014 -
2020, e successive modifiche ed integrazioni; 
  Visto in particolare il capo III del citato decreto ministeriale 12
gennaio 2015 riguardante la gestione del rischio in agricoltura; 
  Visto il regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del
Consiglio, del 17 dicembre  2013,  recante  disposizioni  comuni  sul
Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale  europeo,  sul
Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo  rurale
e  sul  Fondo  europeo  per  gli  affari  marittimi  e  la  pesca   e
disposizioni generali sul Fondo europeo di  sviluppo  regionale,  sul
Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo  per
gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE)  n.
1083/2006 del Consiglio; 
  Visto il regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del
Consiglio del 17 dicembre 2013 sul sostegno allo sviluppo  rurale  da
parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR); 
  Visto il regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del
Consiglio del 17 dicembre 2013 sul finanziamento,  sulla  gestione  e
sul monitoraggio della politica agricola comune; 
  Visto l'Accordo di partenariato Italia 2014-2020 per l'impiego  dei
Fondi strutturali e di investimento europei, adottato il  29  ottobre
2014 dalla Commissione europea, ai sensi dell'art. 14 del regolamento
UE n. 1303/2013; 
  Visto  il  Programma  di  sviluppo  rurale  nazionale   (PSRN)   n.
2014IT06RDNP001 approvato dalla  Commissione  europea  con  decisione
(C2015) 8312 del 20 novembre 2015 e cofinanziato  dal  Fondo  europeo
agricolo per lo sviluppo rurale, nel quale, ai sensi dell'art. 65 del
regolamento (UE) n. 1305/2013, sono stati  individuati  il  Ministero
delle politiche agricole alimentari e forestali - Dipartimento  delle
politiche  europee  e  internazionali  e  dello  sviluppo  rurale   -
Direzione generale dello sviluppo rurale quale Autorita' di  gestione
e AGEA quale Organismo pagatore; 
  Vista in particolare  la  sottomisura  17.1  del  PSRN  riguardante
l'assicurazione del raccolto, degli animali e delle  piante,  di  cui
agli articoli 36 e 37 del citato regolamento (UE) n. 1305/2013; 
  Visto l'avviso pubblico n. 9371 del 7 maggio 2015 e  ss.mm  e  ii.,
pubblicato attraverso il quale l'Autorita' di gestione  del  PSRN  ha
definito  le  modalita'  per  la  presentazione,   da   parte   degli
agricoltori, delle  Manifestazioni  di  interesse  per  l'accesso  ai
benefici della predetta sottomisura 17.1; 
  Visto il decreto 28 aprile 2016, n. 9618, registrato alla Corte dei
conti il 23 maggio 2016, reg provv. n. 1406, con il quale,  ai  sensi
del predetto art. 66 del regolamento (UE) n.  1305/2013,  sono  state
delegate ad Agea alcune funzioni dell'Autorita' di gestione  connesse
alla gestione e trattamento delle  domande  di  sostegno  nel  quadro
della sottomisura 17.1 - Assicurazione del raccolto, degli animali  e
delle piante - del PSRN; 
  Visto il decreto dell'Autorita' di gestione n. 10875 dell'11 maggio
2016, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 165 del 16 luglio  2016,
con  il  quale  e'  stato  approvato   l'avviso   pubblico   per   la
presentazione di proposte  per  la  concessione  e  pagamento  di  un
contributo pubblico ai sensi della sottomisura  17.1 -  Assicurazione
del raccolto, degli animali e delle piante di  cui  al  Programma  di
sviluppo rurale nazionale 2014-2020 - misura  17.1  colture  vegetali
anno 2015; 
  Visto in particolare l'art. 9 del suddetto bando,  -  presentazione
delle domande di sostegno - terzo capoverso, dove  e'  stabilito  che
«Le domande di sostegno possono essere  presentate  a  partire  dalla
data di pubblicazione del presente  avviso  ed  entro  90  giorni  di
calendario  dalla  stessa  ovvero  entro  90  giorni  dalla  data  di
presentazione  del  PAI  qualora  quest'ultima  sia  successiva  alla
pubblicazione del presente avviso. Laddove tali termini cadano in  un
giorno non lavorativo, la scadenza e'  posticipata  al  primo  giorno
lavorativo successivo. In ogni  caso  la  domanda  di  sostegno  deve
essere presentata entro il 31 dicembre 2016.»; 
  Esaminata la richiesta del  12  ottobre  2016  presentata  da  Agea
Organismo pagatore - Sviluppo rurale di differire il termine da 90  a
110  giorni  dalla  pubblicazione  del  bando  sopracitato   per   la
presentazione della domanda di sostegno per  le  colture  vegetali  -
Campagna assicurativa 2015; 
  Tenuto conto  delle  difficolta'  rappresentate  da  Agea  che  non
consentono il rispetto del termine, con particolare riguardo a quelle
tecnico-operative di interscambio  dati  tra  i  fascicoli  trasmessi
dagli Organismi pagatori regionali (OPR) al  fascicolo  aziendale  di
coordinamento,  nonche'  del  fatto  che  alcuni  Organismi  pagatori
regionali,  che  hanno  adottato  modalita'  di   identificazione   e
riconoscimento del dichiarante  alternative  alla  presentazione  del
documento di identita' e che Agea ha dovuto  realizzare  una  utility
specifica per consentire l'acquisizione degli estremi del documento e
sanare tale carenza; peraltro tali informazioni  sono  richieste  dal
decreto  ministeriale  «Semplificazione  della  gestione  della   PAC
2014-2020» e sono indispensabili per la presentazione  della  domanda
di sostegno cosi' come previsto dal bando 2015; 
  Considerato che un breve differimento dei termini di  presentazione
delle  domande  di  sostegno  non  compromette  la  possibilita'   di
raggiungere gli obiettivi previsti  dalla  sottomisura  17.1  sia  in
termini di risultati sia in  termini  di  spesa  e  che  non  produce
effetti discriminatori nei confronti dei potenziali beneficiari; 
  Ritenuto necessario sulla  base  delle  difficolta'  rappresentate,
accogliere la richiesta  presentata  da  Agea  Organismo  pagatore  -
Sviluppo rurale - e  differire  la  presentazione  della  domande  di
sostegno di 20 giorni rispetto al termine stabilito; 
 
                              Decreta: 
 
                               Art. 1 
 
Differimento termine  di  presentazione  delle  domande  di  sostegno
  assicurazioni  colture  vegetali  anno  2015  PSRN  2014   -   2020
  sottomisura 17.1 
  Il  terzo  capoverso  dell'art.  9  dell'avviso  pubblico  per   la
presentazione di proposte  per  la  concessione  e  pagamento  di  un
contributo pubblico ai sensi della sottomisura 17.1  -  Assicurazione
del raccolto, degli animali e delle piante di  cui  al  Programma  di
sviluppo rurale nazionale 2014-2020 - misura  17.1  colture  vegetali
anno 2015 e' sostituito dal seguente: Le domande di sostegno  possono
essere presentate a partire dalla data di pubblicazione del  presente
avviso ed entro 110 giorni di calendario dalla  stessa  ovvero  entro
110 giorni dalla data di presentazione del PAI  qualora  quest'ultima
sia successiva alla pubblicazione del presente avviso.  Laddove  tali
termini  cadano  in  un  giorno  non  lavorativo,  la   scadenza   e'
posticipata al primo giorno lavorativo successivo. In  ogni  caso  la
domanda di sostegno deve essere presentata entro il 31 dicembre 2016. 
  Il presente provvedimento sara' trasmesso agli organi di  controllo
per la registrazione e  pubblicato  nella  Gazzetta  Ufficiale  della
Repubblica italiana, sul sito internet del Mipaaf e della Rete rurale
nazionale. 
    Roma, 13 ottobre 2016 
 
                                            Il direttore generale     
                                    dello sviluppo rurale in qualita' 
                                          di Autorita' di gestione    
                                                    Gatto             

Registrato alla Corte dei conti il 4 novembre 2016 
Ufficio di controllo atti MISE e MIPAAF, reg.ne prev. n. 2648 
 
   
   
   
  

Nessun commento:

Posta un commento