giovedì 8 dicembre 2016

Sul patto di integrità - note dolenti

Qualche giorno fa ho sollevato seri dubbi sulla legittimità della richiesta del Patto di Integrità obbligatorio fra la documentazione essenziale per la partecipazione al bando della Misura 4.2 del PSR Sicilia 2014/2020.
Ecco che ieri "magicamente" appare sul sito internet dell'Assessorato Agricoltura un apposito fac-simile, al solito non editabile, che riporto in formato grafico sotto.

Note dolenti:
1) Il documento messo a disposizione sulla pagina URP dell'Assessorato non solo non è in formato editabile (word o similare), ma nemmeno in pdf; il documento è in formato grafico, fra l'altro anche abbastanza sbiadito.
Siamo alle soglie del 2017 e mi chiedo: ci vuole davvero tanto a rendere un pò più semplice il nostro lavoro? Altro che "dematerializzazione"!

2) A pagina n. 4, art. 4 c'è scritto di "indicare gli estremi" (con tanto di spazio apposito) del provvedimento "de quo" che l'Amministrazione revocherà in caso di mancanza degli impegni assunti.
Ebbene ... ma quale indicazione va data in questo spazio se alla data di presentazione non si è conoscenza del provvedimento da indicare???

Evidentemente le soluzioni sono tre:
a) si lascia in bianco, potendo anche risultare un documento "irricevibile" ed invalidare la presentazione dell'istanza
b) si inserisce una notazione "a casaccio", visto che alla data di presentazione delle istanze non possiamo avere alcun provvedimento "de quo" da revocare non essendo stato emesso
c) si chiede a "Mago Merlino" di fornirci con un colpo di bacchetta magica gli estremi di quel provvedimento addivenire ....

Purtroppo tutte e tre le soluzioni, a mio avviso, sono impraticabili.

Non aggiungo altro; i lettori del blog e della pagina Facebook leggono ...

Qui sotto tutto il provvedimento in formato grafico





Nessun commento:

Posta un commento