giovedì 16 febbraio 2017

Sulle FAQ del bando settimino, 3° puntata - il reimpianto coatto

Oggi mi soffermo sul Quesito n. 8 delle FAQ del bando settimino della Misura 4.1 del PSR Sicilia 2014/2020.
Il quesito n. 8 interessa il reimpianto di agrumeti:

8.  Quesito  
DOMANDA: comparto agrumicolo interventi di riconversione varietale e/o di realizzazione di nuovi impianti – la riconversione e/o la realizzazione di nuovi impianti deve riguardare l’intera superficie investita dall’agrumeto o una superficie minore? 
RISPOSTA: Ai fini dell’attribuzione del punteggio:  
- nel caso di riconversione varietale il reimpianto dovrà riguardare la totalità dell’agrumeto obsoleto, con una tolleranza del 10% della superficie stessa;  
- nel caso di nuovi impianti con portinnesti tolleranti al CTV, l’investimento dovrà riguardare l’intera superficie agrumetata con la di sostituzione di superfici esistenti con portinnesti tolleranti al CTV.  


Tralascio l'errore (peraltro ripetuto) della parola "superfice" invece di "superficie", ma secondo l'estensore della risposta delle FAQ qualora si abbia un agrumeto di 100 ettari lo dovrà reimpiantare per intero?
E come viene indicato un agrumeto come "obsoleto"? E chi lo indica tale?

E al secondo "trattino": ma se si parla espressamente di "nuovi impianti" che significa, al rigo sotto "sostituzione di superfici esistenti"? Se sono nuovi impianti ... cosa dovranno sostituire???
E poi ... sempre una sostituzione "totale coatta"?

Insomma la FAQ non solo non risponde alla domanda, ma crea ulteriori domande alla risposta data.
Sembrerebbe che ... qualunque superficie agrumetata aziendale interessata da una estirpazione e reimpianto debba interessare l'intera superficie, così a mò di "reimpianto coatto".
Il termine "obsoleto", poi, lascia l'interpretazione "ad personam" ...

Meglio non dico nulla su secondo punto ... potrei anche ricevere una querela!

Il bando settimino continua mietere vittime: questa volta l'agrumicoltura, che, come abbiamo notato, ha dei punteggi risibili, proprio ad indicare che l'Amministrazione non la considera affatto ... e come se il problema "tristeza" non esistesse!

Nessun commento:

Posta un commento