sabato 11 marzo 2017

Agea: spese generali su OCM vitivinicolo

L'Agea con una nota chiarisce:
In merito alle spese generali al fine di ottemperare a quanto previsto all’art 35 del regolamento UE 2016/1149, per la verifica e garanzia che i costi proposti siano congrui, si dovrà far riferimento alla normativa di seguito indicata.
-        il Reg REGOLAMENTO (UE) N. 1303/2013 che stabilisce le norme comuni applicabili ai fondi europei  operanti nell'ambito di un quadro comune ("fondi strutturali e di investimento europei - fondi SIE") quindi, indipendentemente da quali siano i settori di applicazione o gli strumenti di finanziamento.
-        Il REGOLAMENTO (UE) N. 1305/2013 sul sostegno PSR  (FEASR) che all’ Articolo 45 Investimenti  recita: sono ammissibili a beneficiare del sostegno FEASR  le spese generali collegate alle spese di cui alle lettere a) e b), come onorari di architetti, ingegneri e consulenti, compensi per consulenze in materia di sostenibilità ambientale ed economica, inclusi studi di fattibilità…. in particolare  le spese, per risultare ammissibili, devono rispondere ai requisiti di “Imputabilità, pertinenza, congruità e ragionevolezza” quindi i  costi, ivi compresi quelli relativi alle spese generali, devono essere ragionevoli, giustificati e conformi ai principi di sana gestione finanziaria, in particolare in termini di economicità e di efficienza.
Per verificare la ragionevolezza dei costi si può far ricorso ad uno dei seguenti metodi, adottato singolarmente o in maniera mista laddove l’adozione di un solo metodo non garantisce un’adeguata valutazione:
a) confronto tra preventivi;
b) prezziari o database costantemente aggiornati e realistici delle varie categorie di spesa, compresi lavori di impiantistica;
c) valutazione tecnica indipendente sui costi.

Quindi, per ricapitolare, i fondi europei indipendentemente dalla loro provenienza e dal settore di applicazione, dovrebbero essere erogati adottando procedure analoghe per la gestione delle varie misure. Le spese generali dovendo rispondere degli stessi requisiti di “congruità” delle altre spese sono soggette alle stesse prescrizioni e valutazioni da qui la scelta dei 3 preventivi”.

Nessun commento:

Posta un commento