domenica 5 marzo 2017

La posta elettronica ed i servizi aggiuntivi

Da qualche giorno il servizio più usato al mondo di posta elettronica, Ganil della società Google, ha ampliato la capacità di ricezione degli allegati portandola da 25 Mb a 50 Mb.
Rimane invariato il limite dei 25 Mb in uscita.
Ma rimane, purtroppo, invariata la capacità complessiva dell'intera piattaforma gratuita di Google, che comprende la posta elettronica di Gmail, il servizio cloud di Drive ed anche il servizio di archiviazione foto: tutto in soli 15 Gb, che oggi, con un mondo digitale in continua espansione, rimane troppo "stretto". L'ampliamento dello spazio è a pagamento.
Infatti per ottenere 100 Gb si pagano 1,99 euro/mese, 1 Tb 9,99 euro/mese, 2 Tb 19,99 euro/mese, 10 Tb 99,99 euro/mese, 20 Tb 199,99 euro/mese ed infine 30 Tb 299,99 euro/mese.

Altri gestori di servizi di posta elettronica, invece offrono spazi e prezzi diversi:
- Yahoo: l'email di Yahoo ha una capacità di archiviazione gratuita di 1 Tb, ma non dispone di altri servizi aggiuntivi.
- Outlook (ex Hotmail): l'email della Microsoft ha una capacità illimitata, infatti non c'è un "contatore" che ci avvisa della percentuale di memoria utilizzata, ed al servizio email aggiunge anche un servizio di archiviazione (cloud) "Onedrive" della capacità complessiva (gratuita) di 5 Gb; in aggiunta a questo spazio "base" possono essere sottoscritti piani diversi: 50 Gb 2 euro/mese, 1 Tb 7 euro/mese e 5 Tb 99 10 euro/mese.

Infine, ma non ha il servizio email integrato, il servizio di archiviazione "cloud" più conosciuto è Dropbox, che ha una capacità complessiva di 2 Gb gratuiti, ampliabili a 2 Tb al costo di 10 euro/mese e senza limite al costo di 15 euro/mese.

Nessun commento:

Posta un commento