sabato 13 maggio 2017

I risarcimenti dei danni della tromba d'aria ad Acireale

Giornata che non dimenticheremo: 5 novembre 2014.
Passa una tromba d'aria ad Acireale, e succede di tutto.
Danni immensi, cittadini terrorizzati.
Polemiche sugli interventi, polemiche sugli indennizzi.
Ed adesso, dopo due anni e mezzo ecco che arriva la lista dei beneficiari dei contributi per la "ricostruzione" delle case danneggiate.
Polemiche dal comitato "5 novembre" per l'assegnazione dei contributi stessi, che complessivamente ammontano ad € 1.632.00,00 con un contributo a fondo perduto stimato intorno al 40%.
130 istanze approvate su 240, ed il comitato "5 novembre", guidato dall'ing. Agostino Pennisi non ci sta e dichiara "Prendo atto che su 3 milioni di euro previsti dal Governo Regionale, sono stati riservati ai privati solo 667mila euro cioè solo il 20% mentre l’80% è stato destinato a riparare e adeguare alle nuove norme i beni collettivi. Ma la lamentela più grande è relativa al disconoscimento da parte del Governo nazionale dei danni subiti, questo grazie al silenzio degli organi comunali che non avrebbero adeguatamente segnalato i danni subiti. Da qui la richiesta di chiedere la riapertura della pratica presso il Ministero, nella speranza di poter avere anche da Roma dei contributi per la riparazione dei danni. L’amministrazione e il consiglio comunale tutto  dovranno prendersi la responsabilità di questo silenzio davanti ai cittadini”.

E dopo le giuste lagnanze dell'ing. Agostino Pennisi si muove anche la Prefettura.

Qui sotto la lettera della Prefettura e la lista dei beneficiari dei contributi.






Nessun commento:

Posta un commento