Passa ai contenuti principali

La prova su strada della banca dati del Sole 24 Ore/Epap - 9° puntata

Da oggi, completata la parte relativa a quotidiani e riviste del gruppo Il Sole 24 Ore, passo alla descrizione dei contenuti della Banca Dati in convenzione con Epap, messa a disposizione dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali, ma anche dei Geologi, Chimici ed Attuari, iscritti alla Cassa di Previdenza.

La barra di navigazione è suddivisa per colori.

Nel colore verde chiaro esamino oggi la sezione "Diritto LEX 24", dove possiamo cliccare su:
  • Giurisprudenza massimata
  • Legislazione comunitaria
  • Prassi regionale
  • Esperto risponde
  • Giurisprudenza integrale
  • Legislazione regionale
  • Formulario legale
  • Riviste Sole 24 ore
  • Legislazione nazionale
  • Prassi Nazionale
  • Dossier Lex24

Per ogni link si apre una sezione apposita, che consente di fare le ricerche mirate.
Interessantissimo è l'archivio della legislazione regionale, dove la ricerca può essere fatta su tutte le regioni, o selezionandone una o più di una.
Da non sottovalutare, pure, la sezione "l'esperto risponde".



In questa sezione, tutta da scoprire e da provare, e contiene miliardi di informazioni, c'è anche la possibilità di effettuare la ricerca su tutti i quotidiani e riviste del gruppo Il Sole 24 Ore.


... domani continua ...

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Saldo PAC 2018

Nonostante le rassicurazioni da parte di Agea sul pagamento di quasi tutte le domande del premio PAC 2018, continuo a ricevere moltissime segnalazioni di mancati pagamenti; forse quelle istanze sono "a controllo", o forse sono con anomalie ai fascicoli aziendali. Metto a  disposizione questo post per i commenti dei moltissimi lettori che utilizzano il blog per scambiarsi informazioni.

Saldo PAC 2018

Maggio, e poi giugno. Ed entro fine giugno andrebbero pagati tutti i premi PAC, mentre c'è ancora chi attende l'acconto, ed infatti continuo a ricevere messaggi da agricoltori da mezza Italia. Rifaccio questo post per dare la possibilità ai lettori del blog di continuare a scambiarsi informazioni.

Niente IMU sui fabbricati rurali collabenti, lo dice la Cassazione

Finalmente si mette la parola "fine" alle "liti" che sorgono fra i Comuni che richiedono l'IMU anche sui fabbricati collabenti, o comunque non utilizzabili. La Corte di Cassazione con la sentenza n. 10122 dell'11 aprile 2019, che trovate per intero qui sotto in formato grafico, dice no al pagamento dell'IMU, ma dice pure che questi immobili degradati, collabenti o ruderi, per non pagare l'IMU devono comunque essere iscritti al Catasto. Unico neo di tutta la vicenda, però, è che il patrimonio edilizio rurale "va a farsi benedire", poichè moltissimi sono gli edifici che pur non essendo utilizzati godevano di buone condizioni statiche e di manutenzione, ma sono distrutti, proprio a casa della imposizione fiscale dell'IMU, una delle tasse più ingiuste e care che il Fisco si sia inventato.