mercoledì 6 novembre 2019

Sulla raccolta differenziata, 2° puntata

Una delle criticità della raccolta differenziata come viene fatta da noi, ovvero quella così detta "porta a porta", è l'enorme dispendio di risorse e di mezzi messi in campo.
Decine e decine di mezzi che girano per le vie di ogni paese, per raccogliere i rifiuti solidi urbani lasciati innanzi le porte di casa di ogni cittadino.
Ogni giorno, ogni giorno, tutti questi mezzi girano tutte le vie dei paesi, e personale a piedi a fare chilometri e chilometri.
Inutile rimarcare il costo dei mazzi, il costo dei carburanti, il costo del personale, ma oltre a ciò è da segnalare che gli orari di raccolta la maggior parte delle volte coincide con l'avvio dei cittadini verso le zone di lavoro e ... le città vanno in tilt già prima ancora degli orari di punta.
Pere esempio: ogni mattina a San Giovanni La Punta la stretta via Etna è interessata dalla raccolta dei rifiuti, e il traffico veicolare rimane in attesa del furgoncino che si ferma ed attende che gli operai manualmente raccolgono le varie buste e le caricano su di esso.
Proprio ieri ho impiegato alle 6.40 del mattino oltre 10 minuti (di orologio) a percorre un tratto che normalmente si percorre in nemmeno un minuto.
E questo avviene in ogni paese, ed ogni giorno ...
Se, poi, moltiplichiamo il numero di mezzi impiegati nella raccolta porta a porta per il numero delle città ... da un lato facciamo un servizio alla collettività, raggruppando i rifiuti per categorie, dall'altro ... aumentiamo a dismisura i consumi di carburante e le emissioni nell'ambiente ...

... continua ...

Nessun commento:

Posta un commento