Passa ai contenuti principali

Dal film "il profumo del Consorzio selvatico"

Questa storia delle mega cartelle dei Consorzi di Bonifica sta arrivando all'inverosimile.
Un disegno di legge annunciato, il n. 650, con il quale si sarebbero dovuti "sospendere" (e non annullare) i ruoli emessi dai Consozi "per gli ultimi tre ani", ovvero il 2019, non ancora emesso (e quindi una inutile sospensione),il 2018, inserito nell'avviso di pagamento "anno 2016 e anno 2018", e il 2017, inserito nelle cartelle esattoriali degli anni 2014, 205 e 2017.
Insomma un bel pasticcio, perchè la "sospensione" dei ruoli dei "tre anni precedenti" (ribadisco non l'annullamento del ruolo), sia nella cartella esattoriale già emessa, che nell'avviso di pagamento ... sovrappone gli anni facendo confusione, indicando ai "malcapitati agricoltori" che tutto è sospeso ... ed invece non è così, proprio perchè gli anni inseriti nell'avviso e/o nella cartella esattoriale sono "a cavallo", ma viaggiano uniti.

E cercando sul sito dell'ARS (Assemblea Regionale Siciliana) il numero del disegno di legge n. 650 .... si legge che è "non assegnato o attesa evento".
Ricordo però, che dalla data di emissione delle cartelle esattoriali mancano pochi giorni per la scadenza del termine per poter effettuare l'impugnazione innanzi alla Commissione Tributaria Provinciale.

E dopo il film "il profumo del mosto selvatico", questo può definirsi "il profumo del Consorzio selvatico"..

Ma la cosa che mi fa arrabbiare di più è che i Consorzi di Bonifica sono stati lentamente svuotati dalla politica regionale dell'ultimo trentennio del loro vero ruolo: la bonifica, ruolo essenziale per il territorio di loro competenza.

E questa è il "peccato" più grave che tutta la politica di quest'ultimo trentennio si porta nella coscienza!



Commenti

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.

Saldo PAC 2018

Maggio, e poi giugno. Ed entro fine giugno andrebbero pagati tutti i premi PAC, mentre c'è ancora chi attende l'acconto, ed infatti continuo a ricevere messaggi da agricoltori da mezza Italia. Rifaccio questo post per dare la possibilità ai lettori del blog di continuare a scambiarsi informazioni.