Passa ai contenuti principali

I droni in agricoltura

Che i droni possano essere utilizzati in agricoltura per effettuare rilievi tecnici, in supporto ai rilievi effettuati con strumentazione classica, lo si sa già, ed anzi il loro utilizzo è sempre più usuale.
Che i droni possano essere di supporto alla "agricoltura di precisione" tramite la restituzione di fotografie e rilievi termici ed a infrarossi, lo sappiamo già ed anche qui il loro utilizzo si espande sempre di più.
Un ulteriore utilizzo dei droni in agricoltura è quello dei trattamenti fitosanitari, che già da qualche anno timidamente si affacciano sul mercato.
Già all'Eima 2018 in alcuni stand cinesi erano visibili dei droni equipaggiati con dei serbatoi idonei a fare trattamenti su seminativi, immaginate sul grano dopo le piogge, e comunque senza utilizzo di mezzi pesanti ed attrezzature "al seguito".
Alla fiera agricola di Verona 2020 c'erano già società che offrivano servizi di trattamenti antiparassitari per esempio contro la piralide del mais.
Mi sono soffermato a discutere sui costi e confrontandomi con alcuni produttori di passaggio, il costo/ettaro del servizio era inferiore a quello "classico" effettuato con trattrici ed atomizzatori al seguito.
Qui sotto alcune foto.





Commenti

  1. Ma in Italia non sono vietati i trattamenti per via aerea, compreso droni?

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.

Saldo PAC 2018

Maggio, e poi giugno. Ed entro fine giugno andrebbero pagati tutti i premi PAC, mentre c'è ancora chi attende l'acconto, ed infatti continuo a ricevere messaggi da agricoltori da mezza Italia. Rifaccio questo post per dare la possibilità ai lettori del blog di continuare a scambiarsi informazioni.