Passa ai contenuti principali

Inchiesta di Live Sicilia sul reddito di cittadinanza


Nei mesi passati mi sono molto lamentato dell'effetto reddito di cittadinanza sulla difficoltà di trovare operai che fossero disposti ad andare a lavorare in campagna, soprattutto dopo una serie di lamentele di agricoltori che non riuscivano a raccogliere le patate o a trovare operai per i normali lavori agricoli, poichè moltissimi rispondevano che avevano il reddito di cittadinanza.
Questa "deviazione" del mercato del lavoro è stata devastante e Live Sicilia ha fatto una inchiesta, che potete leggere cliccando qui.
L'inchiesta ha un titolo avvilente “Meglio i soldi che il lavoro”.
E dai dati reperiti, e pubblicati, da Live Sicilia in provincia di Catania sono da vergogna e mostrano come questo meccanismo sia stato devastante.
Riporto alcuni dati in copia/incolla:
- su 3.911 proposte di occupazione 145 hanno avuto esito positivo
- 19 fruitori del reddito di cittadinanza, su 20, hanno preferito continuare a restare sul divano
- 17.602 sono i percettori del reddito di cittadinanza a Catania
- il 90% dei beneficiari è stato convocato tra gennaio e maggio, anche grazie all’invio di 15.607 sms
- 610 i beneficiari che non hanno risposto alle telefonate dei navigator
- su 17.602 percettori soltanto 233 proposte di politiche attive, su 491
- 803 persone su 4.522 hanno iniziato un percorso formativo: circa 4.700 fruitori dell’importo mensile non hanno iniziato la formazione necessaria per poter entrare nel mondo del lavoro, rifiutando la proposta dei navigator
- i navigator hanno proposto 3.911 posti di lavoro, ma ad accettare di lavorare sono stati solo in 145

Commenti

  1. Lasciamo stare sign Vigo.. Una vergogna, ti vengono a dire che nn possono lavorare perché hanno il reddito io sono un agricoltore calabrese, e uno schifo si deve alzare il tetto con l'età se proprio lo vogliono lasciare nn sotto dei 50 anni... Dove arriveremo in Italia!!

    RispondiElimina

Posta un commento