Passa ai contenuti principali

Dopo il ponte sullo stretto di Messina, il tunnel...


Forse dovremmo cominciare ad indignarci, perchè ogni volta che si avvicinano elezioni, o se ne prospettano per eventuali cadute del governo, riecco che viene fuori la realizzazione del ponte sullo stretto di Messina.
Ma questa volta il Governo ha superato tutti gli altri, bisogna ammetterlo: la realizzazione di un tunnel in "subalveo".
Viene da ridere ... perchè a leggere alcuni commenti di ingegneri e geologi ... a parte il fatto che questo "ipotetico tunnel" sarebbe lungo il doppio, ma a causa delle pressioni fortissime delle correnti marine e della complessità della realizzazione ... praticamente costerebbe così tanto che ... di ponti se ne farebbero due, o tre.
Ma veramente noi siciliani ci meritiamo questi deputati che "sparano fesserie" una dietro l'altra? 
O è un modo per fare un'altra società a cui elargire soldi per la progettazione, come quella che esiste dal 1981 ... che ha fatto e rifatto le ipotesi progettuali ... costate finora milioni di euro ...
Potete scaricare un documento della Camera dei Deputati sui finanziamenti erogati per lo studio dell'attraversamento stabile tra la Calabria e la Sicilia cliccando qui: https://bit.ly/342kbG6
Qui sotto alcuni dei disegni che sono circolati in questi giorni.







Commenti

  1. C'è un'altra ipotesi progettuale che ancora non è stata considerata (per ingnoranza) dai nostri politici, ma che a mio avviso risulta la più plausibile. L'idea nasce e si concretizza da uno studio coordinato dall'ing. Kirk coadiuvato dal suo più stretto working group . Primo tra tutti fra i collaboratori il vulcaniano geom. Signor Spock.
    Si tratta, come molti sapranno, dello "SMOLECOLARIZZATORE TELETRASPORTATORE"
    Si viene smolecolarizzati a Messina per essere ricomposti a Villa S. Giovanni a velocità prossime a quelle della luce. Ovviamente il processo è reversibile da V. S. Giovanni a Messina.
    La macchina teletrasportatrice costa relativamente poco e risulta già ben collaudata, in quanto per anni ha svolto bene il suo lavoro senza problemi all'interno di una nota stazione spaziale oggi a riposo.

    RispondiElimina

Posta un commento