Passa ai contenuti principali

Post

Le coltivazioni continentali e quelle meridionali

In questi giorni non si fa altro che parlare di siccità al nord Italia, come ho già scritto e come scrivo da anni: fa notizia solo la siccità del nord Italia e non quella della Sicilia, per esempio. Ma chi grida alla siccità del nord ... la sa la differenza fra le coltivazioni mediterranee e quelle continentali? Non credo, anche perchè il ministro è un ingegnere, ma anche il nostro assessore non scherza, un ragioniere. Ma quali sono le differenze fra le due tipologie di coltivazioni? Le coltivazioni mediterranee sono costituite prevalentemente da arboricolture irrigue, oltre agli ortaggi in pieno campo e sotto serra. Le coltivazioni continentali sono prevalentemente quelle erbacee ed effettuate in grandi estensioni. Nelle coltivazioni mediterranee l'apporto irriguo è una condizione senza la quale non si riesce a produrre la qualità e la quantità desiderata. Pensiamo ad agrumi, olive, pesche, albicocche, uva da tavola e potrei continuare. Nelle coltivazioni continentali l'apport

23.043 persone per 100 posti ...

Che l'amministrazione regionale sia sotto organico di personale lo sappiamo tutti quanti, e la cosa ormai danneggia tutti, perchè quando manca il personale tutti gli adempimenti burocratici vengono rallentati, ma anche il personale lavora male, pressato dalle scadenze e oberato da troppe pratiche. Oltre a ciò non è per nulla vero che ci sia stata una semplificazione nelle procedure. Niente affatto. Gli adempimenti sono aumentati a dismisura sia per gli utenti ed i professionisti, ma anche per i funzionari stessi. Così tutto viene rallentato, a danno di tutti.

Lentini tra i romanzi del Premio Letterario il Borgo Italiano 2022 con Nino Tribulato

Segnalo due link per poter "votare" il romanzo scritto dall'avv. Nino Tribulato di Lentini, col quale abbiamo una amicizia quasi quarantennale. Nino ha scritto un romanzo dal titolo   Memorie della casa terrana e partecipa al concorso letterario Borgo italiano 2022. Per poter votare il suo romanzo si deve cliccare su questi due link e poi "dare i like": - pagina Facebook  https://tinyurl.com/2p94zn8z - pagina de Il Borgo Italiano  https://tinyurl.com/mrz3c3jw

Evoluzione meteo - ancora caldo

Caldo e ancora caldo. Temperature al di spora delle medie stagionali. Coltivazioni che gridano "vogliamo acqua". Consorzi di bonifica che rispondono "bollette". Tutto resta invariato come ogni anno, come se in autunno tutti si dimentichino dell'estate trascorsa. Una vergogna. Qui sotto il meteogramma previsionale su Catania e la mappa delle temperature minime registrate questa notte nella nostra regione.  

Sembriamo ubriachi al volante

Quando guidiamo sembriamo tanti ubriachi al volante, ma non perchè abbiamo ingerito sostanze alcooliche, ma perchè cerchiamo di schivare le "scaffe" infinite in tutte le strade. La situazione stradale nell'ultimo trentennio è peggiorata all'inverosimile. Ogni giorno percorro la strada che da Trecastagni porta alla Tangenziale: - Trecastagni - San Giovanni La Punta: nella zona della salita dei saponari è ormai da fare come fosse una gara di fuoristrada - San Giovanni La Punta: la Via Etna è da percorrere a zig-zag per non finire dentro i tombini o le buche - San Giovanni La Punta: la strada dei centri commerciali è ormai un percorso ad ostacoli - Viagrande: le strade che portano ad Aci S. Antonio sono tappezzate di dossi, inutili perchè bastano già le buche a rallentare il traffico - Tangenziale di Catania: asfalto ormai devastato e fessurato per chilometri e chilometri Insomma, da quando ho la patente (settembre 1979) le strade sono peggiorate, e sono "buone"

Sulla siccità siciliana

Sul profilo Facebook del Presidente della Regione Siciliana on.le Nello Musumeci , ieri è apparso questo comunicato, che riporto integralmente: " Ho convocato per domani una riunione tecnica per fare il punto su eventuali criticità ed emergenze nell'approvvigionamento idrico in Sicilia. La crisi idrica che allarma le regioni del Nord Italia per fortuna non presenta gli stessi valori in Sicilia. Tuttavia, dobbiamo essere pronti a qualunque evenienza. Quello che abbiamo fatto in questi cinque anni per far fronte alla penuria d'acqua, nei centri urbani e nelle campagne, non ha precedenti in termini di iniziative e di risorse stanziate. " Mi soffermo su

Riecco il coronavirus

Il coronavirus se n'era "andato"? No. Ma ciò che "se n'era andato", invece, era l'attenzione da porre mentre si incontrano persone, soprattutto al chiuso. Ed ecco che i contagi risalgono, ed anche parecchio. Ieri in tutta Italia ben 53.905 nuovi casi, di cui in Sicilia 3.793, così distribuiti: - Agrigento 348 - Caltanissetta 131 - Catania 1.296 - Enna 225 - Messina 421 - Palermo 1.403 - Ragusa 327 - Siracusa 395 - Trapani 216