Passa ai contenuti principali

Post

Alluvione 2021 - le mancate manutenzioni, 30° puntata - il comune denominatore

In molti mi hanno chiesto: ma quando termina questa raccolta di mancate manutenzioni? Potrei continuare ancora per giorni e giorni, ma termino qui la rassegna di una trentina di corsi d'acqua del tutto abbandonati, "intrecciati" fra di loro, e tutti con un unico denominatore comune: mancata manutenzione. E la mancata manutenzione che causa i danni non è solo quella della eliminazione di canne, arbusti, alberi ed altro riversato e depositato nei corsi d'acqua, ma è soprattutto la mancata eliminazione di depositi detritici ed alluvionali avvenuti in decenni e decenni. Altro comune denominatore è: danni alle azienda agricole, così come altro comune denominatore sono le promesse di risarcimenti danni, le passerelle politiche e quella frase divenuta una sonora presa in giro "non vi lasceremo soli". In tutte le aziende colpite pesantemente dalle esondazioni non si è nemmeno pensato di sospendere l'IMU, altro che "non vi lasceremo soli" ... Eppure 70

Coronavirus - riecco le mascherina anche all'aperto

  Contagi da coronavirus in ulteriore aumento: 15.085 nuovi casi ieri in tutta Italia, di cui 729 in Sicilia. E da oggi mascherine obbligatorie anche all'aperto, così come impone una nuova ordinanza del Presidente della Regione Siciliana. L'Ordinanza potete scaricarla cliccando qui , ma (in copia/incolla dal sito internet della Presidenza) la riporto qui sotto in sintesi: Nuove misure di prevenzione anti Covid in arrivo in Sicilia per contrastare la diffusione del virus, anche nella variante comunemente nota come "Omicron", in vista delle prossime festività natalizie. A prevederle è la nuova ordinanza firmata dal presidente della Regione, Nello Musumeci, e adottata in seguito alla relazione dell’assessorato alla Salute. I provvedimenti entreranno in vigore da domani, 2 dicembre, e saranno validi fino al prossimo 31 dicembre. Queste le principali novità introdotte:    Obbligo di tampone in porti e aeroporti siciliani per i passeggeri provenienti da 15 Stati esteri La n

Terremoto alle isole Eolie

Questa notte un sisma ha interessato la zona delle isole Eolie. Il terremoto, registrato alle ore 23.4, ha avuto una magnitudo pari a 3,8° della scala Richter ed è stato localizzato ad una profondità di 233 chilometri. L'epicentro è stato fra l'isola di Lipari e di Salina.  

Alluvione 2021 - le mancate manutenzioni, 29° puntata - il vallone Casitte

  Restando in zona Ramacca, il vallone Casitte è un altro di quei corsi d'acqua che sono abbandonati a sè stessi. E' un affluente del fiume Gornalunga, ed ha un dislivello di ben 60 metri, per cui le acque scendono con incredibile velocità e "violenza. Le canne ormai hanno alzato un muro all'interno dell'argine e nel 2018, per esempio, gli agrumeti posti ai fianchi sono stati devastati dalla esondazione, poichè le acque non potendo defluire all'interno del vallone hanno "preferito" farsi strada fra gli agrumeti. Sotto alcune fotografie che ho rireso nell'ottobre 2018.

Alluvione 2021 - le mancate manutenzioni, 28° puntata - il vallone Cavalera - Pianotta

Tornando verso le zone interne, in direzione di Ramacca, e precisamente a due passi di Castel di Iudica, nella frazione "Carrubo", c'è il vallone Cavalera - Pianotta, che porta le acque al vallone Magazzinazzo. Purtroppo anche questo vallone versa in stato di abbandono, ma è da sottolineare che le pendenze della zona imprimono una velocità assai elevata all'acqua che defluisce, per cui le esondazioni causano danni elevati. Anche se questo è un vallone considerato di scarso interesse, invece è uno di quelli che contribuisce ad alimentare il fiume Gornalunga. E la manutenzione zero si tocca con mano. Andate in quella frazione e vedrete con i vostri occhi.  

Effetti delle grandinate di settembre scorso

Qualche giorno fa nelle campagne lentinesi, a ridosso del comune di Scordia, questi sono i ricordi delle grandinate del mese di settembre.  

Il freddo intenso e le piogge di ieri

Nella giornata idi ieri piogge un pò in tutta la regione, con grandinate sparse. Il freddo intenso, previsto, è arrivato, con raffiche di vento molto forti. Un freddo quasi fuori stagione e da qualche giorno l'Etna è ricoperta di neve. Qui sotto il meteogramma previsionale su Catania e le solite mappe delle piogge cumulate nelle ultime 24, 48 e 72 ore.