Passa ai contenuti principali

peccato veniale

Questa foto l'ho scattata in una azienda agricola ... senza DIA ..., ma in fondo è solo un "peccato veniale": è solo un errore di scrittura.

Commenti

  1. ma dove trovi ogni giorno questi amorosi bigliettini? E' mai possibile che i bar da me frequentati non mettono in mostra simili messaggi? Ho un dubbio: il tuo lavoro si svolge in ambienti e in zone dove il professionista è solo una elite.Prevale la figura del " colono " vecchio tipo.Ecco perchè lanciano messaggi in lingua.

    RispondiElimina
  2. io di roba simile ne ho una collezione intera, di cartelli o scritte 'amene' se ne trovano dapertutto.

    RispondiElimina
  3. amo queste cose, amo le scritte per strada, fotografo e poi le tiro fuori !

    RispondiElimina

Posta un commento

Popular Posts

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.