mercoledì 29 ottobre 2008

i frutti della burocrazia

Verrebbe da scrivere un libro, ma alla fine chi se lo comprerebbe? Siamo così stufi della burocrazia che forse non lo acquisterei nemmeno io stesso! Lo intitoleri "il gioco della corda".
La favola però va raccontata. Ed i frutti della burocrazia raccolti!
Un burocrate si sveglia la mattina e pensa. "Che faccio oggi dopo che non ho avuto rapporti con mia moglie da oltre una settimana?" (solo così si spiega infatti la vicenda!!!) Chiedo a tutti all'impazzata oggi per domani mattina copia dei registri di carico/scarico, formulario dei trattamenti, piano di concimazione e piano di irrigazione vidimato dalla SOAT, MUD".
Fatta la bella pensata telefona e dispone! A lui poco importa che il MUD non è obbligatorio per chi non assume più di 10 persone e per chi non smaltisce rifiuti pericolosi; a lui non importa che il MUD va presentato entro il 30 aprile, e quindi non tutti potrebbero averlo; a lui non importa che il piano di concimazione e di irrigazione vidimato dalle SOAT va fatto solo da chi è in zona vulnerabile a rischio nitrati, e tutti gli altri ne sono "graziati".
A lui tutto ciò non importa. Importa solo chiedere ed avere. Oggi per domani.
Nel pensare e fare ciò, però, incappa in una persona che lo ostacola. Allora si passa alla guerra?
No! Lui insiste; l'altro resiste, e siamo arrivati ad oggi. Così si può giocare a tirare la corda!
Ahhh quanto è distante il mondo burocratico dalla realtà agricola, ma soprattutto quanta poesia in tutte queste inutili disposizioni....
Il binocolo è d'obbligo: solo così possiamo guardare i palazzi a noi ostili, da lontano. Da molto lontano.
(ogni riferimento a persone e cose è volutamente casuale!!!)

4 commenti:

  1. ma stu funzionariu picchì non passa da catania-gela e s'arrichia a vita?

    RispondiElimina
  2. Caro il mio Vigo, senza carte noi non esitremmo. Quindi ce le porti senza fare storie.
    Però ammetto che sono inutili e fanno perdere un sacco di tempo.
    Ma questo non lo posso confessare pubblicamente, caro il mio Vigo

    RispondiElimina
  3. Non sono solo le carte che richiedono i varii impiegati del momento, ma il tempo volontario che ti fanno perdere inutilmente al fine solo di apporre una semplice firma, per non parlare delle persone che si reputano di un certo livello che per fare una cosa banale occorre tanto, tanto tempo e tu aspetti, aspetti…. poi ti girano l’eliche è vai dal capo tutto risolto in giornata, ma ………

    RispondiElimina
  4. "Qualunque imposizione faccia su di noi, egli è servo della Legge e come tale sfugge al giudizio umano". (Il processo" di Kafka)

    RispondiElimina