venerdì 24 ottobre 2008

nuove modalità per la trasmissione delle pratiche por???

Ricevo da un collega, che vuole rimanere anonimo e pubblico; in calce un mio commento.
Caro Corrado,
hai già ampiamente espresso le abnormità presenti nell'ultimo bando POR, che mi è piaciuto che lo hai chiamato "bando sveltina".
A me non è piaciuto il modo di trasmettere i plichi con i documenti. E' possibile che non c'era un altro modo più lineare? Prima o poi ci chiederanno di farle lanciare con gli elicotteri della Forestale.
Grazie per le cose che scrivi ed anche perchè non ti nascondi dietro "il dito".
Ciao
Caro XXXX,
sorrido al pensiero di ciò che mi hai scritto. Immagino un elicottero che si alza in volo, si avvicina all'IPA, ad es. di Catania, e lancia le pratiche. E se c'è vento da est e le pratiche vanno agli Uffici della Motorizzazione? E se, invece, a Siracusa vanno a cadere nell'Ufficio ICI del Comune?
Come faremo a prevedere il vento? E poi ... arriverebbero prima le pratiche più pesanti! Quindi più carta ... prima arrivo!!!! Hai svelato l'arcano dell'enorme quantità di carte richieste!
No, caro XXXX, questa strada è impercorribile, ma proprio per questo possono esserci grandi possibilità che venga proposta ed attuata.

5 commenti:

  1. Lancio una proposta.

    Un premio in natura (arance,loti,fichi secchi,etc.) a chi inventa una modalità di trasmissione delle pratiche POR.

    Personalmente io l'ho trovato e non voglio - quindi - alcun premio.

    In questi giorni alcuni tecnici indiani mi stanno montando il primo impianto di teletrasporto da utilizzare per l'invio delle pratiche da presentare all' UE sotto la supervisione dello staff diringenziale dell'Assessorato Regionale dell'Agricoltura.

    A giorni, con username e password,farò i primi tentativi di trasmissione.

    Spero che non spostino gli Uffici dell'Assessorato e quelli periferici,perchè sono necessarie le ccordinate geografiche.

    Ritengo di aver raggiunto la tempestività ; ma non disperate gente,partecipate al concorso esistono altre modalità ( uso dei Gormiti,etc.)!

    Mi fermo.

    RispondiElimina
  2. comu arrivanu 'nterra si sfanu tutte

    RispondiElimina
  3. Voi continuate a chiamarlo “Bando sveltina” a Palermo un Dirigente, durante una riunione con noi tecnici, lo ha definito:
    “ Bando da una botta e via”.
    Due modi di dire un’unica sostanza.
    Quale?
    Indovinate!....

    RispondiElimina
  4. Innovativa procedura per la «presentazione» di domande.

    Per la «presentazione» delle domande sarà reintrodotta una nobile figura professionale: IL SENSALE.
    Si, il sensale.
    Lo so, ai più sembrerà un boutade, ma continuate a leggere e vedrete che così non è. E’ una cosa serissima e dotata di seri fondamenti.
    Il sensale è il professionista per eccellenza della «presentazione», grazie alle sue «presentazioni» i migliori progetti sono sempre andati a buon fine.
    Perché il sensale ci sa fare, egli è maestro nell’arte della «presentazione»; lui valuta prima se la domanda oggetto di «presentazione» può essere o meno ricevibile e solo dopo ponderate riflessioni decide se è il caso di farla o meno. Difficilmente sbaglia.
    Per ogni domanda egli conosce la giusta misura e il tempo giusto per «presentarla»; non si affida mai al caso, non accetta domande raccomandate e non fa pacchi. Lui presiede ad ogni «presentazione» e ciò per garantire che non accada nulla di deprecabile. Un vero professionista.
    Per queste «presentazioni», poi, non occorre fare nemmeno la fila, tutto si svolge con grande discrezione e senza il rischio di cadere nel ridicolo.
    E’ anche economico; a volte può costare meno di … un francobollo, ad esempio; baste un caffè … una granita … ed un invito a pranzo quando la domanda sarà stata accolta ed andata a buon fine (tornacontisticamente bisogna dire che a quel punto, uno in più o in meno …).
    Pensate che possono esserci più sensali in solo Comune e sono sempre disponibili: dall’alba sino a sera inoltrata.
    Chissà com’è però nessuno ci aveva pensato prima; è proprio vero: a volte le soluzioni ai problemi più complessi sono molto più semplici di quanto si possa pensare.

    Vi prego di dare la massima diffusione alla notizia.

    RispondiElimina
  5. Ma scusi Dr. Vigo ma il POR non è un aiuto agli agricoltori? e gli aiuti umanitari (come ad es. le derrate alimentari)in caso di disastri non li lanciano con gli elicotteri? e oggi la categoria più disastrata non sono gli agricoltori? e allora l'elicottero perchè non deve funzionare mi perdoni!!!!. Lei così ci scoraggia.

    RispondiElimina