mercoledì 26 novembre 2008

effetti della globalizzazione

A causa della globalizzazione selvaggia, che consente di importare qui i nostri stessi (o similari) prodotti, a causa delle infinite quantità di norme che regolano (spesso inutilmente) un pò tutto il settore agricolo, ecco che alla faccia della tracciabilità, alla faccia delle norme, in disprezzo della DIA, della Abominevole Carta dei Nitrati, alla faccia di tutto e di tutti, un camioncino trasporta clementine ed arance navelina verso non si sa bene quale destinazione. Il povero agricoltore spera così (ed a ragione) di bypassare tutto tutti. E ce la farà. Bravo!

3 commenti:

  1. le clementine sono le arance dolci e senza semi o con un seme oblungo? Bene, ben vengano le clementine dal Marocco.Perchè scarseggiano sulle nostre tavole e non sono apprezzate dagli alimentaristi o meglio dai dietologi? Cosa hanno di speciale al di fuori della dolcezza ?Comunque, caro dr. Vigo, se chiedi al PETRARO di confesserà che la causa non è la globalizzazione bensì la parcellizzazione dell'agricoltura.Se si è piccoli si conosce poco il mercato e si vende poco.

    RispondiElimina
  2. In effetti,una piccola categoria di agricoltori non vuole sottoporsi più alle torture burocratiche della Regione Sicilia e della UE (vedi MUD,DIA,CARTA DEI NITRATI,METAFERT,POR,PSR,etc.) e preferisce vendere - fuori filiera - al mercato libero ad un buon prezzo.

    Proprio in questi giorni sto cavalcando la cosidetta RECESSIONE TECNICA (anche il ricco Giappone si trova in questa fase economica),ridimensionando il mio stile di vita ed ho scoperto accattivanti prezzi entrando nella fascia solidale,vedi ad esempio l' Associazione " G.A.S. Tapallàra " dove ho trovato ottimi prodotti : agrumi,olio vino e pane di Raddusa.

    Provare per credere.

    RispondiElimina
  3. Sig.ra massaia le arance comprale da loro.

    RispondiElimina