Passa ai contenuti principali

Il buco nell'ozono

L'immagine che vedete è stata presa dal sito della NASA, quello che effettua il monitoraggio del buco nell'ozono. Ci hanno sempre detto che a causa di questo buco l'effetto serra avrebbe innalzato le temperature, ma assistiamo davvero a questi cambiamenti climatici? A me pare che le alluvioni, così come la siccità, siano fatti quasi ciclici e non prevedibili. Chi avrebbe mai detto, infatti, che ad aprile e maggio in Sicilia si sarebbero potute verificare le piogge che si sono verificate?
E chi l'avrebbe detto che tutti gli invasi della Sicilia si sarebbero riempiti fino a far aprire le paratoie per far uscire l'acqua in eccesso? E se fosse una trovata pre-elettorale?????

Commenti

  1. Caro Corrado,amici del blog...lo so che la notizia è fuori posto,ma certe notizie vanno date...:

    CATANIA - "Violentare un bambino è proprio una bella cosa e se il sesso è come il cioccolato, perchè non farlo gustare anche ai bambini? Tutto sommato è una questione di usi e costumi, ma non ci sono remore: la pedofilia è un bene".È il contenuto 'ideologico' di un portale che inneggiava alla pedofilia scoperto su Internet dall'associazione Meter e oscurato dalla polizia postale di Catania. Il sito è stato sequestrato perchè socialmente pericoloso.

    Scusate,un caro saluto. Orazio Vasta

    RispondiElimina
  2. Purtroppo l'evidenza nonchè la maggioranza dei climatoloci del mondo dimostrano che i cambiamenti climatici sono in atto; dimostrazione è il fatto che proprio queste precipitazioni sono anomale.

    RispondiElimina
  3. Il buco dell'ozono non c'entra con l'effetto serra.

    In ogni caso sono abbastanza d'accordo circa i cambiamenti climatici, eppoi anche se ci fossero realmente, le cure proposte finora sono peggio del problema: sono solo grosse speculazione planetarie, che sconvolgeranno le nostra abitudini.

    Inoltre se in certe zone i cambiamenti climatici sconvolgono il clima in altre lo miglioreranno. Se il mare cresce e sommerge qualche città, ciò avverrà lentamente: il tempo necessario a spostare le case.
    Se la neve si troverà più in alta quota andremo a sciare sul monte bianco.
    Se sparirà un pò di biodiversità, questo è un fenomeno che c'è sempre stato, cambia l'ambiente e gli organismi si selezionano e prevalgono quelli in equilibrio con il nuovo ambiente.
    Le specie animali e vegetali non stanno lì per essere ammirate da noi, stanno nel loro ambiente e se scompaiono chi resiste sarà selezionato e darà luogo a nuove forme e colori.
    Quindi non riesco a capire dove sia il problema mentre scompaiono le balene, in Africa scompaiono per fame e malattie migliaia dipersone, che ci sia il buco dell'ozono, o l'effetto serra, o tutti e due, o nessuno dei due, la cosa per loro non cambia. Secondo me è scandaloso che qualcuno preferisce concentrare l'attenzione sulla biodiversità africana, o ammazzonica e l'effetti delle variazioni climatiche su di esse enon piuttosto sui problemi dell'umanità.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...