Passa ai contenuti principali

Estate a secco!

Continua l'assurda vicenda dello storno dell'acqua Consortile. Siamo in pieno agosto, e quindi in piena irrigazione, ma l'acqua che da Caltagirone va a Lentini viene dirottata verso la Piana di Catania. Migliaia di utenti a secco, migliaia di ettari di agrumeti a rischio, centinaia di ettari di meloni in malora. Che fanno i responsabili dei due enti? Lettere, fax, telegrammi, ma nel frattempo gli agricoltori vanno in rovina, il tutto in una estate con gli invasi pieni ...

Commenti

  1. massaro peppe3 agosto 2009 06:08

    In questo momento sarebbe bene fare un A.T.P.

    RispondiElimina
  2. U SAI CU SUGNU3 agosto 2009 09:00

    massaro peppe vuoi finirla di chiamarla ADENOSINA TRIFOSFATO?

    RispondiElimina
  3. Aiace Telamonio3 agosto 2009 10:48

    Autonomia regionale:ci si strappa i capelli per chiedere piu libertà d'azione,ma quella di cui si dispone ampiamente si fa finta di non averla.Nello Statuto Regionale la materia 'bonofica' e 'agricoltura e foreste'(art.14,1 comma,lett.a) e b)) è inserita nell'elenco delle materie di competenza legislativa esclusiva della Regione,per cui la Regione può legiferare(e amministrare) tranquillamente in materia ,sia per quanto riguarda i principi fondamentali che la disciplina di dettaglio;per essere ancora più chiari i Nostri consiglieri regionali possono in qualsiasi momento cambiare la situazione di degrado e di inefficienza dei consorzi,senza temere che una legge dello stato possa mettere becco nella legge regionale sui consorzi...Rappresentanti del popolo siciliano perchè non concretizzate l'autonomia che già abbiamo?

    RispondiElimina
  4. massaro peppe3 agosto 2009 14:26

    Scusi Sig."...U SAI CU SUGNU.." da quello che ha scritto denoto che non comprende il significato della sigla " A.T.P." .
    Da quanto commentato si evince la sua esperienza di consulente tecnico di parte o di C.T.P.. Poveri.............

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.