lunedì 3 agosto 2009

Estate a secco!

Continua l'assurda vicenda dello storno dell'acqua Consortile. Siamo in pieno agosto, e quindi in piena irrigazione, ma l'acqua che da Caltagirone va a Lentini viene dirottata verso la Piana di Catania. Migliaia di utenti a secco, migliaia di ettari di agrumeti a rischio, centinaia di ettari di meloni in malora. Che fanno i responsabili dei due enti? Lettere, fax, telegrammi, ma nel frattempo gli agricoltori vanno in rovina, il tutto in una estate con gli invasi pieni ...

4 commenti:

  1. massaro peppe3 agosto 2009 06:08

    In questo momento sarebbe bene fare un A.T.P.

    RispondiElimina
  2. U SAI CU SUGNU3 agosto 2009 09:00

    massaro peppe vuoi finirla di chiamarla ADENOSINA TRIFOSFATO?

    RispondiElimina
  3. Aiace Telamonio3 agosto 2009 10:48

    Autonomia regionale:ci si strappa i capelli per chiedere piu libertà d'azione,ma quella di cui si dispone ampiamente si fa finta di non averla.Nello Statuto Regionale la materia 'bonofica' e 'agricoltura e foreste'(art.14,1 comma,lett.a) e b)) è inserita nell'elenco delle materie di competenza legislativa esclusiva della Regione,per cui la Regione può legiferare(e amministrare) tranquillamente in materia ,sia per quanto riguarda i principi fondamentali che la disciplina di dettaglio;per essere ancora più chiari i Nostri consiglieri regionali possono in qualsiasi momento cambiare la situazione di degrado e di inefficienza dei consorzi,senza temere che una legge dello stato possa mettere becco nella legge regionale sui consorzi...Rappresentanti del popolo siciliano perchè non concretizzate l'autonomia che già abbiamo?

    RispondiElimina
  4. massaro peppe3 agosto 2009 14:26

    Scusi Sig."...U SAI CU SUGNU.." da quello che ha scritto denoto che non comprende il significato della sigla " A.T.P." .
    Da quanto commentato si evince la sua esperienza di consulente tecnico di parte o di C.T.P.. Poveri.............

    RispondiElimina