venerdì 19 febbraio 2010

Per non dimenticare

Oggi è il secondo “compleanno” dalle tremende gelate che hanno segnato un’epoca nell’agrumicoltura Siciliana.

  • Innanzi tutto perchè hanno azzerato, danneggiando i frutti, la produzione del 2008.
  • Poi perchè hanno quasi azzerato la produzione del 2009, dimostrando a tutti che all’agrumicoltore possono essere ripartiti parte degli utili derivanti dalla vendita del frutto al consumatore, tant’è che i prezzi di vendita sulla pianta hanno raggiunto anche 80-90 centesimi al chilo.
  • Poi perchè hanno indotto ed accentuato l’alternanza tipica degli agrumi, facendo sì che nel 2010 si avesse una super-produzione, che ha generato prezzi vergognosi, da 8 a 10 centesimi al chilo.
  • In ultimo perchè dopo le lotte durate un anno per l’ottenimento del Decreto Ministeriale di delimitazione dei danni, e dopo i soldi a disposizione per i rimborsi, gli agrumicoltori non sono stati rimborsati!

Ecco perchè oggi vi mostro tre foto di quei giorni: una con la brina sulle foglie, una con la nuova vegetazione necrotizzata, ed una con le arance danneggiate cadute per terra.

18-02-08_0722 20-02-08_0837 Immagine 051

1 commento:

  1. Gli agricoltori attendono che la burocrazia regionale partorisca qualcosa in loro aiuto.

    In questo momento - a Palermo - gli scienziati burocrati, si trastullano, facendo girare a vuoto, i pollici delle dita delle mani ... mentre agli interessati sopra indicati, girano... ma lasciamo perdere !

    RispondiElimina