sabato 5 marzo 2011

Il convegno sulla PAC dopo il 2013

IMG_0378

Ieri pomeriggio sono arrivato a Catania alle 15.00 per prendere posto fra le prime file.
Ho incontrato un “mare” di persone. La sala era pienissima; sotto con persone in piedi, e sopra piena a metà.
Evidentemente Giovanni La Via è un grande comunicatore, e soprattutto uno che riesce a convogliare una massa di persone imponente.
Il convegno è stato molto interessante, e mi è piaciuta molto la relazione dell’on.le Albert Dess, che ha ripetuto e ribadito che la il vero male di tutto è l’eccessiva burocrazia. A tratti ho pensato che gli avessi scritto io il discorso …
Interessantissimo l’intervento di Gerardo Diana, ma buona parte del convegno è stato a volte disturbato da voci ingiustificate di una ventina di agricoltori, fino a che un tale è salito sul palco e, nonostante si lamentava del fatto che voleva parlare, ha fatto una “mini-passerella politica” per ben 17 minuti, sottraendo tempo ad altri che volevano intervenire! Cioè: ha fatto quello che non voleva si facesse! Per carità: ha detto cose giuste, ma si è scordato che si parlava de LA PAC dopo il 2013, e non era un convegno sui problemi dell’agricoltura!
Gli occhi dell’on.le Albert Dess, poi, erano increduli quando è arrivato “il figlio di Moira Orfei” che ha fatto un salto/balzo sul palco, rotolando su sè stesso, e gridando “Libertè, Egalitè, Fraternitè” … Bah!!!
200206769-001Fantomas non c’era … roba da matti … che figura … e … non potevo che iniziare il mio breve intervento con rimarcare l’assenza di Fantomas
Che bella figura! Un convegno sull’agricoltura del domani … con rappresentanti del Parlamento Europeo e … l’Assessore all’Agricoltura dott. Elio D’Antrassi è assente … in compenso c’era Mickey Mouse … forse in attesa di venir nominato … Doge di Gelsari, la nuova Repubblica Marinara Lentinese

Un grazie a Giovanni La Via, e nei prossimi giorni pubblicherò delle email che mi sono arrivate ieri, e quelle che mi arriveranno.

9 commenti:

  1. Il Convegno è stato molto interessante e ben organizzato, complimenti al Prof. Giovanni La Via.
    L'assenza dell'assessore rivela, ancora un volta, l'interesse e l'impegno del governo regionale per l'agricoltura.
    Migliore figura ha fatto il tizio che urlava "libertè, egalitè, fraternitè", dopo l'esecuzione del numero in stile "I bulgari".
    Il dibattito finale, che doveva assicurare tre minuti d'intervento ai richiedenti, è stato usurpato con prepotenza da un agricoltore che se ne è servito per uno show personale, dicendo cose sacrosante ma fuoriluogo.

    RispondiElimina
  2. Concordo (come sempre!) con Marcello Rao. Con un distinguo, però: l' Assessore c'era, in realtà, solo che, purtroppo per noi, non è legittimato a farlo!!
    In compenso opera in Commissione Agricoltura dell' UE, organismo dove la meritocrazia esiste e l' impegno di chi lavora senza risparmiarsi viene riconosciuto, e questo ci sta anche bene. Vai avanti così , Giovanni!

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. la mancanza della regione ieri è stata una cosa scandalosa!sono loro che amministrano (in modo pessimo) le risorse europe e dovrebbero essere i primi a partecipare a questi eventi...VERGOGNA!!SONO BRAVI SOLO A FARE LE PASSERELLE!
    Invece volevo capire una cosa: ma l'agricoltore circense che ha preteso la parola per fare una proposta, alla fine che proposta ha fatto!?sono io che non l'ho capito o è lui ad aver proposto alla commissione solamente "libertè, egalitè e fraternitè"?
    Da sottolineare le urla di un sindaco in platea mentre parlava il dott Vigo:mentre Vigo si lamentava per la durata dell'intervento da 17 minuti un sindaco ha urlato"TUTTI MERITATI! TUTTI MERITATI! qui ci siamo anche i sindaci che stiamo zitti ad ascoltare, vorremmo parlare anche noi ma non veniamo a fare le passerelle li sopra!!" e tutti i suoi sostenitori ad applaudire "bravo bravo...". Cioè se questo è il livello dei nostri amministratori e anche di buona parte degli agricoltori ma dove vogliamo andare?
    I miei complimenti a La Via per l'organizzazione e per la serietà del convegno!

    RispondiElimina
  5. Dott. Vigo dopo i 17 minuti di farsa napoletana ho abbandonato il seminario.....e mi sono perso il suo intervento.
    Quali sono state le sue proposte ai carissimi parlamentari europei?
    E a Fantomas lo possiamo spedire in Baviera?

    RispondiElimina
  6. Brancolatore5 marzo 2011 15:35

    Quella di ieri sera è stata una occasione rara e forse irripetibile.
    Grande merito al Prof. La Via per aver saputo organizzare un incontro di livello alto e, ritengo grazie al credito da Egli acquisito nella Sua reggenza dell’AAFF, con una grandissima presenza di pubblico.
    Incisivo ed abbastanza realistico (seppur tradotto) l’intervento del Relatore bavarese; molto distaccato, invece, il rappresentante della Commissione Agri UE forse per l’eccessivo tecnicismo con cui si è espresso.
    Una stranezza, a parte alcuni interventi coloriti ma assolutamente veritieri e le ingiustificabili assenze del Governo regionale (praticamente è stato come giocare a carte col morto), mi è parso il mancato intervento di un Sindaco presente in sala che, se non erro, è anche Senatore della Repubblica, avrebbe potuto autorevolmente rimarcare la latitanza della Regione Siciliana.
    Eccellente, comunque, l’intervento del Dott. Diana per chiarezza e concretezza delle richieste esposte; mi piacerebbe avere modo di parlarci personalmente.
    Altri interventi, ma è sempre il mio modesto parere, possono essere serenamente iscritti nel registro delle insipienze, soprattutto quelli effettuati da alcune figure da cui è lecito attendersi un più alto livello di competenza specifica ed incisività eloquenziale.
    Il lungo intervento dell’imprenditore agricolo mi pare essere testimone della improcrastinabile esigenza che ha la base agricola produttiva di confrontarsi con le più alte istituzioni senza mediazioni interlocutorie ed il più delle volte improduttive.
    Corrado penso si sia fatto un nuovo amico in Baviera e speriamo di vederne presto i risultati visto che condivide la nostra stessa opinione in merito alla burocrazia con cui si applicano le misure del PSR. Peccato che Corrado abbia avuto pochissimo tempo a disposizione perché sarebbe stato l’unico (o quasi) intervento a trattare dei piccoli problemi esecutivi che costituiscono poi l’enorme ed inestricabile matassa che blocca in Sicilia la spesa delle somme comunitarie
    Sulla nuova PAC che dire se non che … ce la caleremo vedrete, se non succede niente di nuovo, ce la faranno calare così come sarà concepita e, per noi siciliani, con l’aggiunta della indefessa azione della santa inquisizione panormita.

    RispondiElimina
  7. No in baviera NO!
    Io ho notato invece che la maggior parte del pubblico presente era composto da politici-politicanti-sindacalisti-professoriuniversitari-agronomi-periti e qualche commerciante. E gli agricoltori? I produttori? pochissimi rispetto al resto. Certo, molti di quelli elencati sopra sono ANCHE agricoltori.
    C'era in effetti un bel gruppone di agricoltori ma erano organizzati e guidati da alcuni individui che gli dicevano pure dove dovevano mettersi.
    Tutto questo da un indizio sullo stato attuale e dove va l'agricoltura siciliana.

    RispondiElimina
  8. visto che si è parlato della crisi di tutti gli altri settori, anche se non era il caso visto l'argomento relativo alla Pac post 2013, nessuno e ripeto nessuno ha parlato della crisi nera della zootecnia, neanche Chiarelli presidente dell'Aras

    Vergognaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

    Poi l'assenza totale dei componenti dell'assessorato delle risorse agricole è una vergogna totale, da quando c'è questo assessore tecnico "laureato in filosofia", l'assessorato è fermo, si parla addirittura che non si farà la riconferma dell'idennità compensativa per l'anno 2011, se veramente avverrà questa cosa entreremo con i trattori dentro il palazzo della regione, succederà l'inferno, vergognatevi

    RispondiElimina
  9. a dimenticavo, complimenti al Professore La Via, mio Professore ai tempi di Nicosia

    RispondiElimina