lunedì 28 marzo 2011

Leader alla Siciliana 3°

94989168

Ricevo un’altra email da G.F.:
Sulla rete imperversa una storiella  che benissimo potremmo chiamare “Leader alla siciliana ter”, considerato  gli elementi di similitudine con la saga leader.
La voglia di comunicare ed essere capiti è insita in ognuno di noi. E la consapevolezza della ricezione di ciò che si vuole comunicare può portare a rivoluzioni prima impensabili. Avere la voglia di esprimere qualcosa verso gli altri, verso chi può captarci e capirci è un sentimento,ma anche una necessità naturale, non necessariamente contro il sistema, o contro qualcuno.
Certo è pur vero che non si attraversa un gran periodo, ai diversi livelli di gestione della cosa pubblica. Spesso capita di ricevere comunicazioni tanto disperate quanto incomprensibili.
Come gli inviti a partecipare alle riunioni convocate da dirigenti dei servizi, poco diligenti.
La cosa è molto gratificante, soprattutto sino alla parte in cui, trascrivo integralmente, “Considerata l’importanza dell’incontro, si prega di assicurare la più ampia partecipazione”. Importante l’incontro, importante la   presenza … L’entusiasmo scema improvvisamente non appena si arriva alla conclusione, ormai un ritornello, “verificata la necessaria copertura finanziaria”.
S86433404i, perché la necessaria copertura finanziaria inizia a destare qualche problema, anche se spesso si scopre che taluni, da soli assorbono la stragrande parte delle somme dei rimborsi per missioni (………una vera è propria rendita!!!!) mentre a tutti gli altri si liquida il tutto con un sonoro “verificata la necessaria copertura finanziaria”. Per non parlare dei turismi istituzionali, come li definisce la corte dei conti, e viaggi premi family tanto diffusi quanto dispendiosi, oppure che a taluni viene concesso il privilegio di viaggiare con mezzo proprio tutti i giorni, con rimborso chiaramente, ad altri si aleggia una indefinita circolare che più o meno recita ” resta esclusa ogni possibilità di rimborso delle spese per l’utilizzo del mezzo proprio”.
Volevo chiedervi ma secondo voi a chi compete il controllo sull’efficienza ed efficacia della gestione di un ufficio ?……………. al caso!!!
Si insomma chi dovrebbe controllare il costo/beneficio, e contrastare gli sperperi, e le prebende diffuse, e verificare l’efficienza? ecc,ecc
Vero è che siamo in Sicilia, ma ora nutro qualche serio dubbio, se fossimo nella Libia di Gheddafi?
Se il management pubblico è tutto qua, c’è di essere seriamente preoccupati…….
G.F.

Nessun commento:

Posta un commento