venerdì 9 settembre 2011

"Alla ... prego"

Un tempo questi extracomunitari passavano sulle spiagge con la mitica frase "vu cumprà". Alcuni avevano, invece, il grido "trecccendinineuro", che indicava che vendevano tre accendini al costo di un euro.
Poi ci fu anche la parentela incomprensibile "cucinu" ... poi ancora "prego prego".
Quest'anno il tormentone era "alla prego" ..... che indicava "palla prego", una sorta di mutazione del "prego prego" ... verso ... la "specializzazione" ...
La cosa che registro, però, è l'innumerevole quantità di persone che affollano le spiagge, segnale che ... deve pur esserci una organizzazione che rifornisce questi signori, e non solo quelli con le "palle" o canotti o teli da mare e vestiti, ma anche quelli con i "finti gioielli indiani".
Forse meglio quello che ... vende il "cocco fresco" con l'acqua stantìa da una settimana almeno, visto che la torbidità ne garantisce ... l'elevata permanenza nella ciotola posta sulla testa del venditore ...

Nessun commento:

Posta un commento