Passa ai contenuti principali

FSN

110113967

Ricevo da F.M. e pubblico.
Rimborsi Gelate 2008. Per la cronaca ricevo oggi richiesta di documentazione (tra cui DMAG aziendale, copia fascicolo aziendale etc.) etc.. per i rimborsi delle gelate 2008, (22,03% dell'ammontare richiesto, calcolato sui soldi spesi per la potatura e concimazione "straordinaria").
Mi perdoni l'ignoranza ma se c'è una gelata c'è da fare una potatura e una concimazione straordinaria? Io credevo che si rischiasse solo che il frutto gelando andasse a male (come è effettivamente successo), mentre che la potatura, gelata o non gelata, facesse parte di una corretta e sana manutenzione ordinaria. F.M.
Caro F.M.,
anni fa il FSN (Fondo di Solidarietà Nazionale) funzionava, con ritardo, ma funzionava. Da diversi anni, però il meccanismo dei rimborsi si è fermato, essenzialmente per mancanza di denaro. Un sistema perverso: da un lato lo Stato che reclama pagamenti ad ogni piè sospinto, dall’altro ritardi esilaranti fino ad annullare le promesse … e si è sfociato così all’ARCHIVIAZIONE COATTA!
Cosa è successo? La nuova legge del FSN, voluta dal Legislatore, tentava di dare risposte alla cronica carenza di denaro tramite le assicurazioni multirischio. assicurazioni che NON FUNZIONANO AFFATTO!
Così gli agricoltori, chiamati all’oneroso versamento dell’ICI e a tanti altri pagamenti e adempimenti, non ricevono più da anni alcun tipo di rimborsi.
Ecco che l’unico modo di risarcire i danni da gelo del 2008 è stato quello di pagare la potatura straordinaria delle piante, anche se i soldi che arriveranno sono ben poca cosa rispetto ai veri danni subìti. I danni che tutti abbiamo avuto sul frutto pendente e nell’annata successiva … il 101951611Legislatore non ce li riconosce … e nemmeno le Assicurazioni …
La questione, invece, andrebbe affrontata e come! Non si comprende il perchè il settore, assai debole e privo di risorse, debba essere abbandonato così.
Ricordo a tutti, però, che per due analoghe gelate nel 2009 e nel 2010 in Florida … il Governatore ha “messo mani al portafoglio” ed ha “scucito” ben 125 milioni di dollari nel 2009 ed altrettanti nel 2010 … già pagati … eccome!
Qui, Regione a Statuto Speciale, il Governatore ha fatto lo stesso? No!
Siamo a 1.296 giorni dalle gelate e, nonostante la macchina burocratica si è messa in funzione, ancora non si è visto un pagamento … ahimè di una somma ridicola … appena 1,27 €/pianta … e … se non avessi fatto pressing con il blog … nemmeno quelli si sarebbero visti …
In ultimo mi chiedo: ma il Deputato Assenteista (che ultimamente pare un pò più presente alle sedute) come mai dallo scranno della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati non alza la voce e non batte i pugni sul tavolo?????

Commenti

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.