martedì 24 gennaio 2012

Ritardi su ritardi

Molte sono le lamentele relative ai ritardi dei pagamenti AGEA.
E non solo per i pagamenti relativi alla seconda tranche del Premio Unico, ma anche ai saldi dei collaudi PSR o alle erogazioni degli acconti PSR.
Intanto l'AGEA fa il bello ed il cattivo tempo sulle spalle degli agricoltori, in un momento storico per le aziende agricole che ... verrà ricordato per sempre.
Che facciamo ... signori dell'AGEA?
Ci diamo una bella smossa?

8 commenti:

  1. In una riunione tenuta all'Ipa di palermo con alcune eminenze grigie dell'assessorato agricoltura ai tecnici era stato raccomandato di essere veloci nel presentare i documenti richiesti per la misura 112, affinchè il premio per l'insediamento potesse essere pagato entro il 28 dicembre 2010.
    Ci era stato detto che l'agea avrebbe tenuto aperto il portale tutto il giorno affinchè potessero essere presentati gli elenchi dei giovani insedianti.
    L'agea ha chiuso il portale alle 10,30, cioè quando è stato raggiunto il numero necessario e sufficiente a far fare i proclami al nostro dirigente regionale.
    "Gli obiettivi sono stati raggiunti".
    Ma quali obiettivi?
    Centinaia di pratiche giacciono ancora sui tavoli dei vari istruttori.
    Ora dicono che è finito il regime di emergenza, quindi non c'è più premura.
    I premi possono essere pagati anche fra 4-5 mesi.
    Si aspetta l'informativa antimafia dalla prefettura, che prima del 28 dicembre poteva essere sostituito da una sorta di autocertificazione.
    Oggi, una volta che sono stati raggiunti gli obiettivi, bisogna aspettare almeno 45 giorni dalla richiesta alla prefettura.
    Intanto molte delle pratiche evase prima del 28 dicembre non sono state ancora pagate dall'agea.
    Però abbiamo raggiunto gli obiettivi.

    Nino

    RispondiElimina
  2. chi srive queste "stupidaggini" invece di parlare con eminenze grigie dovrebbe guardare fatti e numeri. I fatti sono che il portale NON ERA CHIUSO (è interruzione di pubblico servizio)e sono state acquisiti elenchi di paganmento anche il 30 di dicembre (leggere comunicazione del MINISTRO su altre Regioni es. Basilicata). Oltre questo .. grazie all'assessorato ed ad AGEA PRIMA DELLA FINE dell'anno sono state liquidate a SALDO e non anticpi del 75% pratiche relative al settore delle superfici per 25 MEuro. Per quanto riguarda i mancati pagamenti ci sono centinaia di pratiche bloccate per errata compilazione di documenti da parte di tecnici e CAA.. Ognuno si assumesse le SUE colpe .. QUesto non significa che AGEA non abbia le sue colpe

    RispondiElimina
  3. Gentile anonimo,
    a proposito delle "stupidaggini" scritte nel post precedente potrebbe darmi lei delle spiegazioni in merito?
    Le racconto un po come stanno le cose:
    Ho presentato varie domande afferenti alla misura 112, alcune devono ancora, ad oggi, guardarle, altre sono complete nella documentazione già dai primi di dicembre.
    Nei vari ispettorati dell'agricoltura mi hanno detto che non hanno potuto inviare tutti gli elenchi di pagamento perchè l'agea ha chiuso il portale alle 10,30 dell'ultimo giorno utile.( non mi interessa quello che accade in altre regioni noi siamo in sicilia.)
    Qualche pratica evasa entro dicembre ha già ottenuto il decreto ma non i soldi.
    Le pratiche che non sono state evase entro dicembre, poichè, mi hanno detto, non siamo più in urgenza verranno probabilmente pagate fra 4-5 mesi.
    Mi hanno spiegato che ora occorre l'informativa antimafia del prefetto e che quindi i tempi saranno molto lunghi.
    Da premettere che diverse pratiche non sono state visionate perchè chi doveva vagliarle, giustamente, dopo un anno di duro lavoro si è messo in ferie.
    Ora poichè la commissione era composta da almeno due persone è anche successo che qualcuno è andato in ferie in tempi diversi rispetto all'altro componente la commissione.
    Così quando mancava x, y non prendeva le pratiche e viceversa.
    In questo modo si sono persi almeno 20 giorni essenziali al completamento delle stesse.
    Ora sono ritornati dalle ferie, da almeno un paio di settimane, ma le pratiche giacciono ancora nelle loro belle carpettone.
    Ora le chiedo, caro anonimo,può dirmi lei come stanno le cose?
    Cosa posso raccontare ai miei clientiche prima aspettavano il decreto entro il 30 dicembre, poi entro il 28 gennaio ed ora chissà quando?
    Cosa posso dire a chi veramente intenzionato ad intraprendere questa attività ha anche prodotto tutte le concessioni ed autorizzazioni varie spendendo migliaia di euro?
    Vuole essere cosi gentile da suggerirmelo lei?

    Che Dio ci protegga nel nostro cammino.

    Nino

    RispondiElimina
  4. ribadisco che il portale AGEA non era chiuso ... confermo è una stupidaggine!Non è il negozio di frutta e verdura che si apre e si chiude è un portale istituzionale!!!! Lei o chi le ha detto certe cosa non sa di che parla ! secondo lei c'è qualcuno in AGEA che dice "abbiamo raggiunto il risultato ok chiudiamo!!" ?? IL PORTALE E' NAZIONALE NON SICILIANO !Se lei non sa quali obiettivi si sono raggiunti mi dispiace ..ma non sminuirei il risultato senza nemmeno sapere di cosa si parla.. per quanto riguarda il lavoro degli ispettorati cosa c'entra AGEA ...? la certificazione antimafia DEVE essere sempre richiesta la differenza con la procedura d'urgenza (adottata tra Novembre e Dicembre) non più in vigore è che la certificazione deve essere presentata o almeno richiesta da più di 45gg (come prima della procedura d'urgenza).. c'è inoltre una legge regionale che prevede che vengano evase le pratiche presentate presso la PA entro un dato lasso di tempo . faccia valere i suoi diritti..ma non SPARI NEL MUCCHIO... ci sono state decine di migliadi di pratiche pagate x svariate decine di milioni di euro neanche un centesimo rimandato alla comunità europea .. QUESTO E' UN RISULTATO ..il resto chiacchiere da bar con eminenze grigie non ben identificate

    RispondiElimina
  5. Forse lei si riferisce alla legge regionale 5/2011 sulla semplificazione e trasparenza amministrativa la quale prevede che
    le singole amministrazioni regionali e locali dovranno, entro 6 mesi dall’entrata in vigore della legge, procedere a un riesame dei procedimenti amministrativi di rispettiva competenza per individuare i tempi di conclusione degli stessi, che non potranno superare i 60 giorni o, solo per procedimenti di particolare delicatezza o maggiore complessita’, i 150 giorni. Dopo sei mesi dall’entrata in vigore della legge, i procedimenti per i quali non siano stati individuati i termini massimi dovranno concludersi in 30 giorni.
    Suppongo che la formulazione delle graduatorie relative alla 112 e la successiva richiesta di documenti integrativi ai fini dell'insediamento ricadano nella categoria per la quale in ragione della sostenibilità dei tempi sotto il profilo dell’organizzazione amministrativa, della natura degli interessi pubblici tutelati e della particolare complessità del procedimento, abbisognino di termini ancora maggiori; i termini previsti non possono comunque superare i centocinquanta giorni.
    Infatti dalla data di scadenza del bando alla pubblicazione delle graduatorie sono passati ben 4 mesi, sei mesi per le graduatorie definitive.
    Dalla pubblicazione delle graduatorie alla richiesta documenti altri 4 mesi, e siamo arrivati a dicembre.
    Mi potrebbe, di grazia, spiegare perchè la procedura d'urgenza è stata adottata solamente a novembre e dicembre e non dopo?
    Chi aveva necessità di questa urgenza, perchè ora non c'è più urgenza?
    Perchè pratiche presentate lo stesso giorno (integrazioni di documenti)alcune hanno il decreto ma non i soldi, altre hanno il decreto quasi pronto ma non è possibile recapitarlo agli insedianti, in quanto da gennaio occorre l'informativa antimafia e bisogna aspettare almeno 45 giorni dalla richiesta.
    Perchè di pratiche completate nello stesso periodo alcune sono state immesse negli elenchi di pagamento e altre no?
    In un ipa un funzionario mi ha detto " minchia vinnimu a travagghiari puru lu trenta e sti curnuti di l'agea a li deci e 'mmenza chiuieru tutti cosi. Cu trasì trasì e pi l'autri su cazzi d'iddi. Annu a aspittari."
    Mi dica Lei come stanno le cose , La prego di aiutarmi a capire,dato che mi sembra una persona bene informata.

    RispondiElimina
  6. magari l'urgenza di AGEA (???) e della Regione coincide con quella dei produttori e quella dell'agricoltura stessa di non rimandare indietro soldi che non tornerebero più non trova ???
    oppure visto che qualcuno non prende i soldi (andiamo a vedere quali sono i motivi poi) non li deve prendere nessuno ed è meglio tornino alla CE ??
    O pensa che ne tragga vantaggio solo qualche EMINENZA GRIGIA???
    Quella degli elenchi ovvero pratiche pronte e non inserite mi sembra davvero una "stupidaggine" e comunque chi fa gli elenchi è l'ispettorato e la Regione e non AGEA.. ripeto ci sono dei sistemi informatici e secondo lei qualcuno può modificare degli applicativi per far "trasire" qualcuno e poi basta ??? ma di che parliamo??!?!? Non facciamo prendere in giro.. ci sono tanti problemi in questo mondo dell'agricoltura ed AGEA ne ha parecchi non discuto..anzi.. ma dire che il problema è li non è vero.. il problema è a 360 gradi.. ad iniziare da chi fa INUTILI polemiche e non propone nessuna alternativa ..ha ragione lei la procedura d'urgenza NON ci doveva essere ma poi ... ritorniamo al punto iniziale... soldi che tornano alla CE e non nelle tasche degli agricoltori SICILIANI..che sono gli unici ad aver tratto il MAGGIOR beneficio da tale urgenza..invece di partire dai risultati OGGETIVAMENTE ottenuti e migliorare siamo qui a parlare di INSUCCESSO e di pratiche non pagate..si ci sarà qualcuno che prenderà i soldi dopo di altri.. ma forse la colpa è di ognuno di noi.. nessuno escluso ..agricoltori compresi..

    RispondiElimina
  7. Io non ho qualcosa sontro l'agea,e non ho qualsosa contro qualcuno di ben definito. Ho semplicemente riportato ciò che mi è stato detto da alcuni ispettorati, cioè che l'agea ha chiuso il portale alle 10,30 e non hanno potuto inviare tutti gli elenchi di pagamento.
    Io non parlo di insuccessi ma di ritardi.
    Gli agricoltori hanno colpa se il primo bando della misura 112 del PSR sicilia 2007-2013 è stato pubblicato nell'aprile 2010?
    Gli agricoltori hanno colpa se il primo bando (o sottofase) della 121 è stato pubblicato a giugno del 2009?
    Gli agricoltori hanno colpa se anche i bandi 2000-2006 hanno visto la luce almeno dopo qualche anno?
    E' colpa loro se ancora oggi nel 2012 si collaudano pratiche della misura 4.06 azione 4?
    E' colpa loro se la regione è una continua proroga e sempre in urgenza?

    RispondiElimina
  8. sono un allevatrice con un mandato fatto il 07 01 2013 per quanto riguarda il p.s.r. misura 211 del 2011 ma ancora oggi non ho ricevuto neanche un centesimo di euro basta che i nostri soldi sono andati a parare il c...o alla mps considerato che la banca d'italia non ha mandato ancora i fondi all'a.g.e.a. (almeno come dicono loro)

    RispondiElimina