martedì 28 febbraio 2012

Evviva la CCIAA!

Ricevo da XXXXXX YYYYYYY e pubblico.
Carissimo Corrado,da tanto tempo mi chiedevo a cosa servisse il balzello che puntualmente la Camera di Commercio ci obbliga a pagare annualmente.
Speravo che anche la CCIA sarebbe stata abolita come ente inutile e mangiasoldi! Ma oggi devo ricredermi su tutto!.Infatti con grande soddisfazione vedo che i nostri soldi vengono fruttuosamente investiti nella pubblicità per le nostre arance,non in un qualsiasi giornale a tiratura nazionale o estero ma ben sulla " SICILIA" in seconda pagina della cronaca di Catania.Così i nostri concittadini sono ben informati che in Sicilia si producono arance con strepitose qualità organolettiche ed i mercati potranno ampliarsi con grande profitto per tutto il settore!!
Il tutto non merita alcun commento,solo sconcerto per la genialità pubblicitaria di un ente che seguito a considerare inutile.
Con l'occasione tanti cari saluti XXXXX YYYYY


1 commento:

  1. Burokrazia camerale ..vita vissuta ..credeteci:Premessa x mia sfortuna la mia azienda,corpo unico,ricade a cavallo della provincia di Palermo e Caltanissetta,con sede legale nel capoluogo.Naturalmente sono iscitto alla Camera di Commercio di Palermo e nel camerale ai tempi ho fatto riportare che l'attività si svolge nel territorio di 2 comuni.Nei mesi scorsi ho realizato un impianto fotovoltaico da 100 kw e ho pensato bene di seganalare l'attività con la modalità della comunicazione unica ..apriti cielo!!!! dopo 2 mesi d'inerzia è spuntato nel camerale che avevo un impianto inferiore a 20 kw nella sede legale quindi a Palermo!!!! alle mie rimostranze mi è stato detto che x loro non era attività agricola...avendo il cod ateco diverso...Dopo un incontro con il dirigente in cui io povero agricoltore ho dovuto fare il legale e portargli la legge che stabilisce che la produzione di energia all'interno dell'azienda è attività agricola, sembrava che la cosa avesse preso il giusto binario..parentesi ,intanto mi arriva una sanzione da pagare x tardiva comunicazione moltiplicata x due in quanto siamo una società semplice e sia io che mio fratello amministratori.Ok passa un altro mesetto e mi chiedono di autorizzarli alla cancellazzione del fantomatico impianto di 20 kw nel mio ufficio..
    autorizzazione data ..tutto a posto???silenzio di tomba... oggi,il mio consulente richiama il dirigente e.. ci dispiace ma non possiamo caricare l'attività perchè si svolge in provincia di Caltanissetta ed è li che dovete aprire un'altra posizione..Ma siamo in un paese di pazzi???o di idioti??????? perciò io ho un'unica azienda con unica organizzazione operativa e fiscale in un unico corpo e devo aprire 2 posizioni camerali??Il concetto di sedi secondarie o unità locali è chiaramente rivolto ad attività che possono avere succursali ma non certo per un'azienda agricola che è un unicum con la sola sfortuna di avere le superfici al confine di provincia..Ma sapete che vi dico ??? Mi sono rotto!!!!!!!! ma che questi burocrati del piffero vadano a zappare cosa che fra l'altro neanche saprebbero fare.Siamo un Paese che scimmiotta l'Europa ma con una struttura da impero ottomano in piena decadenza.Speranze non ne ho più siamo irredimibili...e non ci meritiamo altro che di finire come la Grecia....

    RispondiElimina