Passa ai contenuti principali

Prestiti … o falsi prestiti?

download

Ricevo da un collega e pubblico.
Caro Corrado,
dando una spulciata alle news del sito dell'assessorato (come faccio spesso), ho visto che sono usciti dei bandi per la concessione di aiuti sugli interessi per eventuali mutui che le aziende agricole intendono fare.
A primo acchito penso: ottimo! Finalmente anche il governo regionale fa qualcosa per aiutare le aziende agricole siciliane! Non ti nascondo che mi faccio prendere dall'entusiasmo, anche perchè mi trovo nella balorda situazione di aver ricevuto un decreto d'aiuto psr per acquisto macchine, ma non trovo una banca che mi cofinanzi il progetto (e parliamo di cifre basse..), per cui vivo la frustrazione e l'impotenza di non poter realizzare degli investimenti che potrebbero permettermi di lavorare molto meglio.
Ad ogni modo, vado a leggere di cosa si tratta e mi accorgo che alla fine c'è scritto: "Rimane alle Banche la valutazione del merito della concessione del credito e
l’insindacabile giudizio nell’assumere le proprie determinazioni."
136803689E allora mi chiedo: ma alla Regione sono dei cretini o credono che lo siamo noi? Come possono mai pensare che in questo momento le banche, che notoriamente hanno sempre più difficoltà a concedere prestiti, anche se finalizzati a realizzare progetti di acquisto macchine con finanziamenti a fondo perduto (e quindi a basso rischio), possano anche solo prendere in considerazione la possibilità di fare un mutuo a un imprenditore agricolo (che oggi come oggi nella migliore delle ipotesi non ha perdite, ma nemmeno guadagni..) per la ristrutturazione dei debiti inps o per il consolidamento delle passività onerose?...
Ma come si può?? Per queste cose possono stanziare anche 300 miliardi di euro, perchè tanto non spenderanno niente, perchè a queste condizioni sono veramente poche le aziende che possono accedervi.
Tu che ne pensi?
Ciao

Commenti

  1. Ma come? hanno sbandierato questo provvedimento sul credito come fosse la panacea di tutti i mali.
    Lombardo è alla frutta. Non si capisce più neanche chi lo sostenga, sarebbe meglio se tornasse a casa a riordinare le idee.

    RispondiElimina
  2. All amico agricoltore,io dico,sè le banche non ti finanziano,ti stanno aiutando a non fallire,poichè con l aria chè tira contrarre debiti anche minimi è controindicato,
    Lombardo e i suoi colleghi italioti?
    calci in culo e basta,pura essenza di incapacità.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.

Saldo PAC 2018

Maggio, e poi giugno. Ed entro fine giugno andrebbero pagati tutti i premi PAC, mentre c'è ancora chi attende l'acconto, ed infatti continuo a ricevere messaggi da agricoltori da mezza Italia. Rifaccio questo post per dare la possibilità ai lettori del blog di continuare a scambiarsi informazioni.