lunedì 30 aprile 2012

Ancora guai!

Dopo il patentino per trattoristi, che avrà un costo non indifferente e tutto a carico delle aziende agricole, ecco che un'altra mazzata sta per abbattersi sulle aziende agricole: l'eliminazione della riduzione del costo del carburante agricolo.
L'orientamento dell'Unione Europea è quello dell'eliminazione totale dell'agevolazione del gasolio agricolo!
E se già con il costo del gasolio ad 1,00 euro al litro "arranchiamo" ... come si farà col prezzo del gasolio che troviamo alla pompa?
E questo è il modo di aiutare una economia che parte dal basso ed interessa milioni e milioni di persone?
Tralascio, per oggi, l'assurdità del patentino per trattoristi; ci tornerò in un altro momento!
Ma questa del gasolio agricolo ... cancellato è proprio da folli!
E ... cosa facciamo fare, anche, a tutti gli impiegati dell'UMA??? Li mandiamo a casa??? E tutte quelle attività economiche fondate su ciò? Tutte le autobotti??? Da rottamare? Tutti i depositi? Da riconvertire? E a che???
Non aggiungo altro, ma spero che qualcuno ... provveda!

6 commenti:

  1. Tra poco anche la patente per la bicicletta a tre ruote e forse anche per l’ultimo viaggio.

    RispondiElimina
  2. Chi fra i legislatori conosce realmente la nostra realtà agricola? Chi tra i rappresentanti sindacali di noi agricoltori è a conoscenza che le Leggi sulla previdenza sul lavoro così come sono non previengono quasi nulla ma con costi PROIBITIVI per le imprese (soprattutto per le piccole e medie). Infatti sono tutte o quasi non in regola!
    Chi si rende conto che i lavori in campagna specie nei vigneti (potatura verde, trattamenti con zolfo e irrorazioni) vanno fatti in tempi brevissimi e non sono programmabili a priori, dato che dipendono dall'andamento metereologico? Pertanto il personale occorrente per tali lavori serve solo per pochi giorni e quasi sempre non è possibile ingaggiarlo! La buona volontà ce la mettiamo in tanti .... ma ... al di la dei costi .... non è possibile in nessun caso essere "in regola". E allora ......??? Via da questo Mondo di Pazzi !!!!!!

    RispondiElimina
  3. Sembrerebbe che per stavolta il Parlamento Europeo si è opposto.

    RispondiElimina
  4. Come i giochini che si improvvisavano quando si era bambini: dapprima poche regole e poi via via se ne imponevano sempre di più per vedere chi era il più bravo e puntualmente andava a finire che si smetteva di giocare perchè nessuno ricordava più tutte le regole e vinceva sempre, quindi, il più imbroglione e prepotente che, delle regole, se ne catastrafotteva. Nel ns. Paese si è ancora convinti che per risolvere i problemi basta aumentare le regole ... una logorrea normativa inarrestabile ... SEMPRE NEL NOME DELLA SEMPLIFICAZIONE.

    RispondiElimina
  5. Se non ho commesso errori, la norma dovrebbe essere questa e c'è proprio tutto, c'è anche il modulo formativo per le trattrici agricole:

    http://www.eurogruamici.it/sites/default/files/prodotto/allegato/schema_accordo_art.73_c.5_Dlgs_81.08.pdf

    Stavolta, però, NEL NOME DELLA SICUREZZA SEMPLIFICATA

    RispondiElimina
  6. Caro Corrado...e questo non è tutto ! Ieri i Carabinieri di Bronte hanno fermato un mio dipendente con il trattore perfettamente in regola, tuttavia hanno provveduto all'accompagnamento in garage del mezzo ed al sequestro del libretto, oltre all'apposizione dei sigilli perchè a loro dire non aveva provveduto alla revisione periodica come avviene per le auto !!!!????. Domani avrei dovuto continuare i trattamenti urgenti ed indifferibili, pertanto sarò costretto a chiamare un contoterzista. Cornuto e mazziato... Michele

    RispondiElimina