Passa ai contenuti principali

Le barriere fitosanitarie 1°

La globalizzazione ha portato ad uno sconquasso dell'economia, poichè non vi sono stati interventi correttivi (all'interno dei paesi più industrializzati e con costi di produzione maggiori) tali da equiparare i diversi fattori produttivi.
Una dei maggiori pericoli della globalizzazione è stata l'eliminazione delle barriere fitosanitarie, barriere che, invece, in molti altri paesi (Stati Uniti e Giappone ad esempio) permangono per molte specie vegetali.
Ebbene abbiamo assistito alla eliminazione selvaggia dei dazi doganali, che compensavano quei correttivi che mai nessuno ha inteso stabilire; abbiamo assistito all'abbattimento selvaggio e sconsiderato delle barriere fitosanitarie, che hanno fatto sì che nel nostro paese fossero introdotti insetti ed altri agenti patogeni fino ad allora sconosciuti.
Ne ricordiamo uno? L'Aleurothrixus floccosus, la mosca bianca fioccosa degli agrumi. Essa era a noi sconosciuta e nel periodo in cui venne introdotta ... "apriti cielo"!
Per fortuna un altro insettino antagonista ci è venuto, in questo caso, in aiuto: il Cales Noacki che ha fatto sì che la mosca bianca degli agrumi è divenuta ormai un insetto davvero poco dannoso e poco presente nel nostro territorio.
(continua)

Commenti

  1. Ciccio Platania17 maggio 2012 12:00

    Mi hai fatto ricordare con questa tua osservazione la mia tesi sperimentale con Santi Longo, ricorreva l'anno accademico 1985-86 "Il controllo biologico-integrato dell'aleirode fioccoso degli agrumi negli agrumeti della sicilia orientale. Tesi discussa nel lontano 7 luglio 1986.

    RispondiElimina

Posta un commento

Popular Posts

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.