sabato 1 settembre 2012

la vergogna “siccità”

Senza titolo 1

Di fronte ad un comunicato stampa de genere ci sarebbe ben poco da commentare!

  1. Il Ministro Mario Catania dichiara che la siccità ha “ha interessato vaste aree dell'Italia Centro-settentrionale”, ma dimentica le Regioni del Sud, in particolar modo la Sicilia
  2. Il Ministro Mario Catania “annuncia l'avvio delle procedure per dichiarare lo stato di calamità per le Regioni colpite dalla siccità”; ma se ci hanno fatto “una testa quanto una casa” che senza le nostre segnalazioni agli Ispettorati non può farsi alcun inizio di procedura per il riconoscimento di calamità naturali … e per la siccità della zona centro-settentrionale dell’Italia la norma viene disattesa e stravolta tanto da bastare che il Ministro lo voglia e vengano attivate le procedure “sic et simpliciter”?
  3. Il Ministro Mario Catania dichiara che “Attraverso il Fondo di solidarietà nazionale alle imprese agricole colpite possono essere erogati contributi in conto capitale fino all'80% del danno sulla produzione lorda vendibile”.
    Cosa??? Ma se è da anni che non ci danno un centesimo perchè la produzione è”assicurabile” e quindi ci “tagliano fuori” sempre, come nel caso del ciclone “Athos”!!!!

Come vedete c’è l’Italia agricola che conta, posizionata in 1° classe, e poi c’è l’Italia agricola abbandonata, posizionata … nel dimenticatoio!

Grazie signor Ministro, grazie sempre!

3 commenti:

  1. e meno male che si chiama Catania e se si fosse chiamato Lombardo.....

    RispondiElimina
  2. a noi del sud ci dicono per farci sentire in difetto e lasciarci a bocca asciutt frasi del tipo:'datevi da fare','fatevi imprenditori di voi stessi','alzatevi sulle vostre gambe e aggredite il mercato'...senonchè in questi casi la legge diventa cartastraccia.

    RispondiElimina
  3. Ricordatevi che il dire e il fare è ben altra cosa, io di tutti i danni che sono stati fatti, dalla tasca dello stato non ho visto un centesimo vedi 1997 e 2003. Anzi nel 2003 il danno era dello stato epr le mancate riparazioni ai Canali, per la cronaca Canale Villoresi e limitrofi. Mai fidarsi perchè quello che si dice al sud è quello che si dice al nord...dividi et imperat!!!

    RispondiElimina