Passa ai contenuti principali

Le tasse occulte

La tassazione era composta da due tipi di tasse:
- diretta: viene calcolata in base al reddito
- indiretta: viene applicata ad ogni acquisto.
Un esempio di tasse dirette sono: l'IRES, l'IMU, l'IRAP.
Un esempio di tasse indirette sono: l'IVA, le ACCISE, imposte ipotecarie, imposte di bollo.
Oltre alle tasse dirette ed indirette, però, ci sono le tasse occulte, e di queste siamo davvero "pieni".

E oggi voglio raccontare una tassa occulta che gli agricoltori subiscono senza saperla. Non parlo, ovviamente dello scandalo IMU; per questa ci vuole un libro a parte!
Allorquando assumiamo un operaio, per ogni giornata lavorativa versiamo i contributi previdenziali INPS (ex SCAU), che vengono parametrati in base al comune di assunzione. Personalmente pago € 13,50 circa per ogni giornata.
Da circa dieci anni, però, cosa è successo ... in totale silenzio ... e senza che nessuno si sia ribellato?
Oltre questo balzello che fa sì che ad ogni tre operai assunti ce n'è uno che non viene (ed è l'INPS) paghiamo altri 11,00 euro circa di ... ritenute!!!!
Ebbene ogni giornata lavorativa di un operaio costa di tasse € 13,50 + € 11,00= € 24,50!!!
Che significa? Che ogni due operai assunti ... uno è latitante ... assenteista ... insomma non viene a lavorare ... è lo STATO che incassa soldi a palate, ma di cui non vediamo alcun beneficio.
Moltiplicate adesso questo importo per il numero delle giornate lavorative ... e vedrete che massa di denaro di tasse occulte che viene "rapinata" ogni anno!
Non mi risulta che in altre nazioni d'Europa avvenga lo stesso, quindi ... NON SIAMO IN EUROPA!


Commenti

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.