Passa ai contenuti principali

Import-export agrumi

Segnalo oggi, facendo copia/incolla, un interessante articolo pubblicato su www.freshplaza.it, relativo all'import/export di agrumi. L'articolo mi è stato segnalato dall'ing. Delfo Fusillo, uno dei tanti assidui lettori del blog.
FruitImprese: ultimi dati sul commercio estero ortofrutticolo italiano
Secondo gli ultimi dati elaborati da FruitImprese, nel mese di novembre 2012 il saldo della bilancia commerciale supera il muro del miliardo di Euro, con un incremento del 14,6% rispetto allo stesso periodo del 2011.
I flussi in esportazione e in importazione sono rimasti praticamente inalterati; la differenza l'ha fatta un leggero incremento del valore delle esportazioni italiane (+2,2%), a fronte di un leggero calo del valore dell'import (-2%).
Complessivamente, da gennaio ad novembre 2012, le imprese italiane hanno esportato 3 milioni e 667 mila tonnellate di ortofrutticoli, per un valore di poco superiore a 3 miliardi e 550 milioni di Euro.
In termini di volume, si registra un segno positivo per i comparti degli ortaggi (+1,8%) e della frutta fresca (+1,8%); in flessione i flussi di esportazione di agrumi (-13,8%) e di frutta secca (-9,8%). In termini di valore, segno negativo per ortaggi ed agrumi mentre risultano in crescita frutta fresca (+5,5%) e frutta secca (+4%).

Per quanto riguarda le importazioni, l'Italia ha importato circa 2 milioni e 900 mila tonnellate di ortofrutticoli (-0,2%) per un valore di 2 miliardi e 556 mila Euro. 
Tra i singoli comparti, si segnala un incremento in volume per gli agrumi (+14,6%) e per gli ortaggi (+3,8%); per gli altri invece l'andamento è negativo: frutta fresca (-10%), frutta secca (-6,3%) e frutta tropicale (-4,8,%). Anche in termini di valore, si registra il segno negativo per tutti i comparti ad eccezione degli agrumi (+19%) e della frutta secca (+5,6%).

Commenti

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...