mercoledì 15 gennaio 2014

Arance ... in affanno

Cosa succede al mercato (in campagna) delle arance?
"In soldoni" scontiamo l'impreparazione generale ad una devastazione della sfrenata globalizzazione e della ricerca di accaparramento di denaro da parte di grandi gruppi!
Nella "sostanza" in campagna:
- abbiamo impianti da ristrutturare: l'ultimo piano di riconversione vero risale agli anni '84/'89
- abbiamo costi da abbattere, visto che non abbiamo solo "concorrenti sleali" nel nord Africa, ma anche "a casa nostra", ovvero la Spagna, che ha (come ho dimostrato e pubblicato mesi fa) costi di produzione assai più bassi dei nostri (per manodopera, tasse, energia, ecc.)
- abbiamo costi da eliminare (mediatori, ecc.), e tasse assurde da "combattere" (v. IMU che discende da valori medi inesistenti)
- abbiamo varietà da rinnovare, ma "senza soldi non si canta messa"
- e ... abbiamo anche il virus della tristezza ...
Insomma: se in campagna si deve investire ... non ci sono i soldi per farlo, ma il "bello" è che non ci sono nemmeno i soldi per coltivare come si dovrebbe, e come sappiamo, invece, fare!

Di contro:
- gli agrumi sono fra i frutti più venduti ed apprezzati al mondo
- le nostre arance sono apprezzatissime in Italia, ma anche all'estero
- i prezzi a cui i consumatori acquistano le nostre arance, tranne qualche scellerata promozione, sono a dir poco di "lusso", e ne deprimono le vendite
- i ricarichi (ingiustificati) ... fanno sì che il prezzo delle arance lieviti anche del 200%

Nel frattempo una economia muore, una avanza, un'altra arranca ...
Non vi è dubbio che questa situazione così com'è non può andare, AFFATTO!
E quest'anno la "pezzatura" è solo una scusa bella e buona! Si!! Perchè la pezzatura ridotta è così in tutto il bacino del Mediterraneo ..., ma non solo ... la pezzatura ridotta è quella preferita dalla GDO, che vende la maggior parte delle arance in retine, con calibri (i vecchi calibri) dal 108 al 120; anzi ... sempre più spesso vedo anche il 160!!!
Eppure questi calibri ... in campagna ... non hanno prezzo ... 

L'annata in corso è "pessima", ma pessima è tutta l'intera gestione della filiera, a partire dagli agrumicoltori, a finire a quello della "lapa" che mostro in foto!

5 commenti:

  1. ma allora quali sono le misure da adottare? saremo costretti a fallire? che si può fare?

    RispondiElimina
  2. Grazie Dottore

    Saluti
    Marco

    RispondiElimina
  3. c'è ne sarebbero misure da adottare una marea! la prima cosa fare come gli spagnoli che da anni sono associati ,e quindi hanno anche un organizzazione che gestisce il marketing, seconda cosa "costringere" questi signori politici,a tutelare il nostro prodotto,e poi sopratutto,imparare a lavorare noi stessi con tecniche moderne e imparare nn piangerci addosso........................

    RispondiElimina
  4. Carissimo Agronomo e Signori lettori, come ogni anno ci ritroviamo puntualmente a lamentarci della filiera lunga, dei rincari eccessivi, dei costi troppo alti e via dicendo, e continuamente nessuna risposta da parte della "classe politica" , mi chiedo e Vi chiedo a chi rappresentano questi signori, quali sono gli interessi che dovrebbero tutelare, a cosa sono servite tutte le campagne di promozione in Italia e sopratutto all'estero. cosa si è veramente fatto e sopratutto, quali sono stati i risultati alla luce di quanto sta succedendo nelle ultime campagne agrumicole siciliane? Nella sconfortante certezza che tutto continuirà con lo stesso idendito andazzo non resta che preparare le lamentele per la campagna 201472015 tanto ormai siamo abituati solo a questo.

    RispondiElimina
  5. Paolo Giovanni Alberto16 gennaio 2014 08:17

    Io lo dico da anni, vendita diretta. in Italia ed all'estero. Raggruppatevi fra produttori, meglio se biologici, e fate accordi direttamente con i gruppi all'estero (al limite anche la gdo) se avete tanto prodotto. Conosco persone che hanno un paio di ha e vendonooltre 20.000 kg di arance a consumatore finale a 1,70, ne conosco altri che, raggruppati ne vendono 200.000 alla media di 1,50. Prezzi al lordo di raccolta, confezionamento e spedizione. Diciamo 0,50/0,60 €/kg? l'arancia di calibro molto piccolo la vendono a 1,20 ... a questi prezzi per ogni vagone ne dovresti dare 5 al commerciante

    RispondiElimina