Passa ai contenuti principali

Agronomi alla giornata mondiale del suolo

Ricevo dal Conaf e pubblico

Evento a Roma (Città dell’Altra Economia) sabato 5 dicembre. Su www.conaf.it diretta streaming
La vita sotto i nostri piedi. Agronomi alla giornata mondiale del suolo
Zari, vicepresidente CONAF: «Obiettivo far comprendere al grande pubblico una visione del suolo come elemento fondamentale per la vita»
Gli Agronomi e Forestali italiani fra i protagonisti della Giornata Mondiale del Suolo, in programma a Roma, sabato 5 dicembre. Il CONAF organizza, infatti, insieme ad AISSA, ISPRA, Commissione Europea (JRC), Slowfood e Legambiente la Giornata del Suolo a La Città dell’Altra Economia – Largo Dino Frisullo (inizio ore 9.30).
Per il CONAF interverrà la vice presidente Rosanna Zari che porterà i saluti istituzionali del Consiglio Nazionale, inoltre prenderanno parte alla manifestazione anche il consigliere segretario Riccardo Pisanti e la consigliera Sabrina Diamanti.
«Il Soil Day del 5 dicembre rappresenta il culmine degli eventi dell’anno internazionale dei suoli istituito dalla FAO proprio nel 2015 – anticipa Zari – in cui si svolgeranno una serie di eventi culturali ad ampio raggio per far conoscere il suolo e le sue peculiarità e le grandi ripercussioni che questo elemento ha sulla vita dei cittadini: il suolo è fertilità e produttività, ma anche la maggiore fonte di biodiversità e sito di resilienza ai cambiamenti climatici. In questo contesto la professione dell’agronomo è fondamentale per lo studio e la diminuzione degli impatti a cui il suolo è sottoposto sia per le attività antropiche quanto per quelle naturali. Nel nostro VI Congresso mondiale, conclusosi appena due mesi fa in EXPO, si sono analizzati alcuni aspetti che saranno determinanti per preservare questa risorsa, quali: la gestione delle risaie, riduzione delle combustioni, utilizzo di macchine a basse emissioni e bassi consumi, agricoltura di precisione con interventi agronomici corretti e tempestivi, gestione delle risorse idriche, miglioramento dei pascoli, gestione degli allevamenti, azioni per contenere il consumo di suolo. Questo elemento ha una tale rilevanza nella professione che è stato inserito nella Carta Universale dell’Agronomo in cui un intero articolo è dedicato al suolo e all’acqua».
Fra gli interventi in programma quello del dottore agronomo Massimo Paolanti, che presenterà le Buone pratiche di gestione del suolo: applicazioni concrete nella professione dell’agronomo.
Sul sito del CONAF www.conaf.it è disponibile il programma e sarà possibile seguire in diretta streaming tutti gli eventi della giornata a partire dalle 9:30 del mattino.

Commenti

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.