Passa ai contenuti principali

Missione a Bruxelles, 2° puntata

Ed eccomi arrivato a Bruxelles, diventata una città silentemente presidiata dall'esercito, e ogni tanto il silenzio interrotto da un lontano brusio, alcuni elicotteri di sorveglianza.
Mi incammino verso la piazzetta innanzi al Parlamento Europeo, dove ho appuntamento con Giovanni La Via, nostro eurodeputato, agronomo, amico da sempre.

La città appare quasi deserta, ma sono tutti impegnati a vedere la partita.
Infatti innanzi alcuni bar ho trovato molti ragazzi intenti a bere birra, festeggiare e discutere scherzosamente della partita, con tanto di schermo TV in evidenza.

E mentre camminavo per raggiungere il luogo di appuntamento con Giovanni, ecco che mi accorgo dei lampioni perfetti, e non posso dire altrimenti a Trecastagni, tutti illuminati, nessuno "fuori razza", nessuno "decapitato", insomma "lampioni europei" ...
Ma voglio far notare pure la pista ciclabile realizzata all'interno del marciapiede, dove le bici sfrecciano senza problemi, e dove i pedoni non osano "metter piede".

Chissà perchè da noi vanno fatte piste ciclabili dei "puffi", piste ciclabili non utilizzabili, o, peggio, non vanno fatte e basta!
Evidentemente, come scrivo spesso, non siamo in Europa!

Eccomi arrivato nella piazzetta innanzi al Parlamento Europeo, dove molte persone stazionavano nei ristoranti guardando le partite.
Il ronzio di un elicottero segnava il tempo; passava ogni cinque minuti esatti.

Finalmente all'orario del nostro appuntamento arriva Giovanni, e andiamo a cena insieme.

Durante la cena abbiamo discusso di decine e decine di problematiche inerenti la nostra agricoltura: dalla siccità, alle risorse finanziarie delle aziende agricole, dalla pessima annata agrumicola appena passata, ma anche della situazione dei "prezzi pazzi" in tutto il settore agricolo e che si riscontra in tutta Europa, dalla situazione dei Consorzi di Bonifica al credito agrario, dal governo del territorio agli incendi, dalle nuove norme fitosanitarie alla importazione di materiale vegetale col quale spesso importiamo fitopatie incontrollabili.
Insomma innanzi ad un piatto di "carbonade" e patatine fritte, siamo stati oltre due ore a parlare di problemi della nostra agricoltura, pensando alla riunione dell'indomani mattina in Commissione Europea.
E alle 22.30 circa ho ripreso il mio cammino verso l'hotel ... salutando Giovanni.

A proposito: la "carbonade" altro non è che uno spezzatino cotto molto lentamente nella birra; buonissimo.

Qui sotto alcune foto riprese la sera del 22 giugno.

... domani continua ...


























Commenti

  1. Caro dottor Vigo.eppure e il caso di dirlo.abbiamo un deputato siciliano a Bruxelles e siamo più soli che mai.e che va a fare questo eurodeputato al parlamento.va a mangiarsi lo stipendio come tutti gli altri?EUROPADOVESEI?ABRUXELLES

    RispondiElimina
  2. Eppure e il caso di dirlo.abbiamo un eurodeputato a Bruxelles.siciliano e agronomo e siamo più soli che mai.e che va a farci a Bruxelles?a mangiarsi lo stipendio come tutti gli altri e farsi a stento o cavoli suoi.bella rappresentanza
    .EUROPADOVESEI?ABRUXELLES

    RispondiElimina
  3. Su Sian " Consultazione procedimenti" è bloccato. Risulta anche a Voi?

    RispondiElimina
  4. Ma che cavolo stanno facendo in Calabria,
    è arrivato il saldo ad un sacco di paesani e a me neanche l'acconto.
    Ma è incredibile!

    RispondiElimina
  5. Hai ragione ,non si capisce il criterio. Boh

    RispondiElimina
  6. Ragazzi buone notizie arrivato salso pac ARCEA CALABRIA. UN GROSSO
    IN BOCCA AL LUPO A TUTTI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche a me sian bloccato

      Elimina
    2. anche a me esce 403 forbidden quando clicco su colsultazione procedimento. ci staranno lavorando boh

      Elimina
  7. Anche al sottoscritto esce 403 forbidden. Probabile aggiornamento secondo me. saluti a tutti.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...