Passa ai contenuti principali

Missione a Bruxelles, 6° puntata

Dopo la mia richiesta relativa alla "tristezza" degli agrumi, un rappresentante della Spagna ha riferito che in provincia di Valencia ci sono stati tantissimi abbandoni di agrumeti, a causa delle rese economiche deludenti; lui ha indicato 160 mila ettari, ma a me è sembrato un numero "sparato" solo per impressionare la Commissione, perchè se questa superficie fosse confermata, allora la Spagna avrebbe perso una importante parte della sua agrumicoltura.

A questo punto abbiamo discusso del Citrus Black Spot
Ci hanno riferito che sono state adottate misure d’urgenza per l’importazione di agrumi dall’Uruguay, Brasile e Sudafrica, perchè nel corso del 2015 ci sono state 70 intercettazioni dall’Uruguay, 28 dal Sudafrica, 15 dal Brasile e 17 dall’Argentina.

Ho fatto un intervento sulla Decisione 715/2016 indicando che è stata contestata con apposita lettera (fra l’altro firmata da Mario Guidi) e che continuiamo a contestarla; la Decisione consente di poter importare agrumi per la trasformazione senza alcun controllo.
Ho evidenziato che i residui della lavorazione dei frutti vengono veicolati in Europa per l’estrazione di pectine, oli essenziali, flavonoidi ecc, e l’infestazione può propagarsi con facilità; inoltre ho anche riferito che le spore del fungo CBS rimangono “silenti” per moltissimo tempo e possono essere veicolate anche tramite gli imballaggi.

Su questo punto si è scatenata una lamentela generale, molto accesa da parte della Spagna.
E uno spagnolo ci ha riferito pure che sono entrate arance brasiliane, per industria, senza controlli, e che le stesse sono state ritrovate, poi, nel mercato di Siviglia.
E’ stato quindi evidenziato che il sistema “non regge” e che va ripristinato ante Decisione 715/2016.

Aggiungo adesso: siccome era stata la Gran Bretagna a richiedere a gran voce l'esenzione dei controlli, a causa di n. 2 industrie di trasformazione che per tre mesi si vedevano costrette a chiudere per mancanza di produzioni (cosa non vera perchè le produzioni sudafricane arrivavano lo stesso, ma venivano controllate), adesso che è uscita dall'Europa con l'operazione BREXIT ... che senso ha mantenere ancora la Decisione 715/2016???

... domani continua ...

Commenti

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...