Passa ai contenuti principali

Nizza: ancora candele accese

Questa mattina stavo, come ogni mattina, aggiornando i post sul blog, ma ... leggo su Twitter una notizia bruttissima.
Ieri sera, durante la celebrazione della Festa della presa della Bastiglia, festa nazionale in Francia, ecco che un camion, probabilmente condotto da un terrorista (a leggere le notizie su Twitter, ANSA e TGCOM) è piombato sul lungomare di Nizza, travolgendo ed uccidendo almeno 80 persone, di cui molti bambini, e ferendone una trentina.
La Farnesina rende noto come contattare l'Unità di Crisi:
 - tel. 06-36225
- email: unita.crisi@esteri.it
Riporto (in "copia/incolla") alcuni "passi" dell'articolo pubblicato sul sito internet dell'ANSA:
Il camion è piombato a 80 km orari sulla folla. "Ho sfiorato la morte. Ho visto gente stritolata, teste insanguinate, membra staccate", ha raccontato un testimone oculare citato da l'Express. Il camion, ha detto lo stesso uomo, ancora sotto shock, era un 18 tonnellate, un mezzo che è lungo 15 metri e andava a 80 km all'ora".

Il camion sterzava di continuo, per colpire più persone possibile, proprio come fossero dei birilli". E' il racconto di un giornalista del quotidiano Nice-matin, che si trovava sul lungomare quando il camion ha iniziato la sua folle corsa contro la folla.

E per questa ennesima "emorragia" di vite umane del tutto innocenti il blog rimane a lutto in segno di solidarietà.
Ecco gli hashtag da utilizzare su Twitter:
#Nizza #PrayForNice #Nice #Niceattack #Niceattentat


Commenti

  1. Una tragedia senza fine, male da estirpare ma non sarà facile. Tunisino di seconda generazione radicalizzato. Il male cova all'interno e si propaga come un cancro. Ancora non si vede e non si sente l'Islam moderato ed è questo che mi sconvolge.
    Ciccio

    RispondiElimina
  2. Rimango attonito e sbigottito per quanto è accaduto a Nizza. Siamo di fronte ad un attacco ignobile messo in atto da vigliacchi personaggi. Ma quello che più mi inquieta, non è tanto l'insano atto terroristico, ma cosa e quale interesse (escludo il motivo meramente religioso) può spingere questa gente a commettere codeste follie omicide.

    RispondiElimina
  3. Possibile che non si riesca a fare niente per fermare questi pazzi... Non siamo più liberi...

    RispondiElimina
  4. la cosa ancora piu sconvolgente che stiamo accogliendo un mare di gente a casa nostra non voglio dire che sono tutti uguali ma....... che dio ce la mandi buona

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.

Saldo PAC 2018

Maggio, e poi giugno. Ed entro fine giugno andrebbero pagati tutti i premi PAC, mentre c'è ancora chi attende l'acconto, ed infatti continuo a ricevere messaggi da agricoltori da mezza Italia. Rifaccio questo post per dare la possibilità ai lettori del blog di continuare a scambiarsi informazioni.