mercoledì 10 agosto 2016

PSR - Misura 4.1 - le altre regioni: Valle d'Aosta

In attesa che l'ex (si spera) bozza del "Bando siccagno" della Misura 4.1 PSR Sicilia 2014/2020 venga rettificato e pubblicato, da oggi faccio una rapida carrellata su tutti i Bandi Misura 4.1 delle altre regioni d'Italia, così da vedere pro e contro, e scorgere le differenze con il nostro Bando, evidenziando in particolar modo:
- la dotazione finanziaria
- la percentuale del contributo in conto capitale
- la possibilità di effettuare interventi irrigui
- l'obbligo della vidimazione parcelle dei professionisti
- eventuali informazioni "interessanti"

Non mi soffermerò, è ovvio, su quelle Regione in cui la Misura 4.1 non è disponibile per la consultazione.

Inizio oggi con la Valle d'Aosta:
- dotazione finanziaria: € 17.800.000.00
- bando aperto dal 04/07/2016 al 30/07/2016
- percentuale "base" del contributo in conto capitale del 35%, del 45% per i giovani agricoltori
- alla voce i)  del punto 6) è consentita la costruzione e sistemazione di canali irrigui, impianti di irrigazione e di fertirrigazione
- alla voce j)  del punto 6) è consentita la realizzazione e sistemazione di acquedotti rurali ad uso potabile e per l’abbeveraggio del bestiame
- a pagina n. 51 e n. 52 sono indicate le spese generali; non è richiesta nè la vidimazione delle parcelle, nè i tre preventivi dei professionisti, stabilite in misura dell'8% per progetti superiori a 100.000,00 euro, ed in misura del 12% per progetti inferiori a 100.000,00 euro


In particolare per gli interventi irrigui al punto 7.3.5 è specificato (riporto in "copia/incolla"):
7.3.5.  Interventi che riguardano il settore irriguo 
La costruzione e la sistemazione di canali irrigui, impianti di irrigazione e di fertirrigazione sono ammissibili a condizione che siano soddisfatte le condizioni stabilite dall’art. 46 del reg (UE) 1305/2013 ed in particolare: 
•  sia prevista nell’ambito dell’investimento l’installazione di contatori intesi a misurare il consumo di acqua relativo all’investimento oggetto del sostegno; 
•  nel caso di miglioramento di impianti irrigui preesistenti dovrà essere soddisfatta la condizione di risparmio idrico potenziale almeno pari al 25% nel caso di modifica sostanziale  della  tipologia  di impianto  (da  scorrimento  a  pioggia  o  a  goccia  e  da pioggia  a  goccia),  e  pari  al  15%  nel caso  di  sola  razionalizzazione  di  impianti esistenti. 

Qui sotto tutto il Bando in formato grafico.































































Nessun commento:

Posta un commento