Passa ai contenuti principali

Sul risanamento delle banche

Il nostro paese ha un debito pubblico immenso.
Eppure per le Banche si trovano centinaia di milioni di euro.
Gestioni "allegre" o cattive gestioni, o gestioni accuratamente costruite hanno portato alcuni istituti di credito al collasso, sull'orlo del fallimento.
Eppure il Governo interviene, e con soldi, tanti soldi.
S, però, un "poveretto" chiede una riduzione di tasse, la risposta è no, se chiede una dilazione dei pagamenti delle tasse, la risposta è no, se chiede una riduzione delle sanzioni, la risposta è no, se chiede di avere costruita una tratta autostradale (es. la CT - RG) la risposta è no, perchè tanto i soldi non ci sono.
Eppure ... quando lo Stato deve incassare i soldi li vuole subito, ma quando li deve dare ... "campa cavallo che l'erba cresce" ... e poi ... senza interessi e senza rivalutazione...

Commenti

  1. Egregio Dott., il paragone non regge. Se fallisco io o lei o qualche altro migliaio di contribuenti l'impatto sul "sistema Paese" risulta trascurabile; ma se fallisce una banca, anche se è di secondo ordine, lo scossone scuoterebbe le fondamenta dell'intera economia dello Stato, creando i presupposti per disordini sociali. Per questo si è costretti a salvare il salvabile.
    E poi è risaputo che le banche stanno al potere come il miele sta alle api......

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.