Passa ai contenuti principali

Sul CNEL

Cos'è il CNEL, di cui tanto si parla in questo periodo?
Il CNEL è il Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro, previsto dall'art. 99 della Costituzione: "Il Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro è composto, nei modi stabiliti dalla legge, di esperti e di rappresentanti delle categorie produttive, in misura che tenga conto della loro importanza numerica e qualitativa.
È organo di consulenza delle Camere e del Governo per le materie e secondo le funzioni che gli sono attribuite dalla legge.
Ha l’iniziativa legislativa e può contribuire alla elaborazione della legislazione economica e sociale secondo i principi ed entro i limiti stabiliti dalla legge."

Sul sito internet del CNEL (http://www.cnel.it) viene individuato il Consiglio:
Il Consiglio è composto da sessantaquattro consiglieri:
- Dieci esperti, qualificati esponenti della cultura economica, sociale e giuridica, dei quali otto nominati dal Presidente della Repubblica e due proposti dal Presidente del Consiglio dei Ministri;
- Quarantotto rappresentanti delle categorie produttive, dei quali ventidue in rappresentanza del lavoro dipendente, di cui tre in rappresentanza dei dirigenti e quadri pubblici e privati, nove in rappresentanza del lavoro autonomo e diciassette in rappresentanza delle imprese:
- Sei in rappresentanza delle associazioni di promozione sociale e delle organizzazioni del volontariato, dei quali, rispettivamente, tre designati dall'Osservatorio nazionale dell'associazionismo e tre designati dall'Osservatorio nazionale per il volontariato.
I membri del Consiglio durano in carica 5 anni e possono essere riconfermati.

Le attività vengono così indicate:
Complessivamente, nel corso degli oltre cinquant'anni di attività il Consiglio ha elaborato 970 documenti, così raggruppati per tipologia:

96 Pareri;
350 testi di Osservazioni e Proposte;
14 Disegni di legge;
270 Rapporti e Studi;
90 Relazioni;
130 Dossier che raccolgono gli atti di convegni ospitati al CNEL;
20 Protocolli e Collaborazioni istituzionali.
Tutti i documenti elaborati dal Consiglio sono disponibili in formato digitale sul portale del CNEL per la consultazione ed il download.

Commenti

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.

Saldo PAC 2018

Maggio, e poi giugno. Ed entro fine giugno andrebbero pagati tutti i premi PAC, mentre c'è ancora chi attende l'acconto, ed infatti continuo a ricevere messaggi da agricoltori da mezza Italia. Rifaccio questo post per dare la possibilità ai lettori del blog di continuare a scambiarsi informazioni.