Passa ai contenuti principali

Il software a noleggio

Un tempo il software aveva costi inaccettabili, parlo di decenni fa, poi aumentò a dismisura e grazie a ciò sono sorte una serie di software house che hanno realizzato programmi gratuiti, i freeware.
Per esempio: la suite della Microsoft è stata da tantissime case copiata ed in parte soppiantata, come OpenOffice o LibreOffice.
Anche per il programma di CAD il programma AutoCAD ha avuto decine di "copie", ed ancora oggi si trovano ottimi programmai del tutto gratuiti.
Da qualche tempo, però, colossi informativi come la Microsoft o la Autodesk hanno affiancato e/o eliminato l'acquisto del software con un noleggio mensile, parametrato a diverse forma di servizi ricevuti.
Questo sistema consente di non spendere cifre abnormi, ma di avere una spesa rateizzata mensilmente ed avere software sempre aggiornati; di fatto si tratta di un noleggio.

Nel frattempo, però, le stesse case che offrono software a noleggio hanno implementato i medesimi software su piattaforme web, in versione alleggerita, ma che consentono egregiamente di fare parte del lavoro "base" che fanno i programmi "gemelli" a noleggio.

Personalmente sono per la scelta dei programmi "free", ma ogni tanto utilizzo pure le rsione Web alleggerite dei due colossi informatici sopra menzionati.

Commenti

  1. Davvero un nell'articolo, interessante.

    Sembra l'abbia scritto un operatore del settore :-)

    Io ormai sono "drogato" di Open source e non posso fare a meno della mia bella Distro -

    Saluti
    Marco



    Saluti
    Marco

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...