giovedì 20 aprile 2017

Apocalypse WebPSA, 3° puntata - il CUAA

Inserendo nel "meraviglioso" WebPSA, del bando settimino, le prime informazioni sull'azienda agricola per la quale si interviene, ecco che proprio la seconda informazione richiesta è il CUAA (il codice unico di azienda agricola), che normalmente è il codice fiscale dei titolari.
Ebbene, qualora ci troviamo in presenza di una Società, il CUAA è la partita IVA, che coincide anche con il codice fiscale.
E qui il sistema, si inceppa! E non si inceppa subito, ma quando si fa il "check", ovvero alla fine dell'inverosimile inserimento di dati, che nemmeno durante la dichiarazione dei redditi vengono richiesti!!
E perchè il sistema "si inceppa"?


Dopo decine di minuti, persi a comprendere il perchè, ecco che si scopre che nonostante il CUAA delle società corrisponde alla partita IVA, il "meraviglioso" WebPSA non riconosce la partita IVA quale CUAA, ma esige ("a morire") un codice fiscale. E l'unico codice fiscale disponibile è quello del rappresentante legale.
Così, inserito quel codice fiscale, ed inserendo quindi un dato FALSO della società, ecco che il sistema si inceppa di nuovo perchè il CUAA del WebPSA non coincide con il CUAA del Bilancio semplificato CREA, precedentemente compilato.
Quindi ... si ritorna sul Bilancio semplificato CREA, si commette un altro FALSO modificando il CUAA da partita IVA a codice fiscale ...

E vissero tutti felici e contenti ... inserendo dati FALSI ...

... domani continua ...

2 commenti:

  1. La categoria tecnici invece di starli ad ascoltare in pseudoincontri informativi dovrebbe risollevare la testa ed invece di essere schernita e derisa decidersi a gridargli in faccia quanto profonda è l'incompetenza messa in campo. Trovassero invece il coraggio di sedersi a lato ad un tecnico per vedere quanto tempo ci vuole (tralasciando il tempo per andare nei diversi uffici per il rilascio di autorizzazioni e pareri), per mettere in piedi un progetto, sperando pure che i mirabolanti ed intricati applicativi messi a disposizione dell'utenza (che obbliga all'inserimento di dati falsi - vita utile di una trattrice 27 anni).
    PS di mettersi accanto ad un tecnico dovrebbero farlo anche quando questi compila (inveendo contro il mondo e la tecnologia) un piano di concimazione su metafert (altro grande aborto del 3 millennio).
    #sperochenonvincaelezioni altrimenti #siamoconsumati

    RispondiElimina
  2. Gentili Colleghi
    premesso che siamo tutti frustrati, non posso che essere d'accordo con quanto avete finora scritto.
    Personalmente faccio una considerazione di tipo aritmetico:
    Progetti presentati circa 2600
    Progetti che saranno finanziati probabilmente 260!!!
    10% circa !!!!
    Tutto l'abominevole LAVORO di redazione per le 2340 pratiche (circa) che rimarranno a binario morto chi ce lo paga ????
    Che senso ha costringerci a tutto questo lavoro, che a priori sappiamo essere inutile ???
    Bho!
    Saluti
    Alessandro

    RispondiElimina