domenica 9 aprile 2017

L'uomo del sorriso, 1° puntata

L'uomo del sorriso. Così lo chiamo io. Così lo presento alle persone.
E' Giovanni Messina, anzi il dott. Giovanni Messina, laureato in Scienze Politiche, ma che ha abbandonato la sua laurea per una passione per un "conetto" vulcanico: Monte Gorna a Trecastagni.
E perchè faccio questo post, ed altri nei giorni prossimi?
Perchè chi si spende per il territorio, perchè chi riattiva il territorio, perchè chi ama ciò che fa, chi si scommette lavorando a mani nude, perchè chi ti fa vedere che col suo sorriso smonta l'insormontabile, ecco ... chi fa tutto ciò ... va indicato come esempio da replicare.
E Giovanni l'ho incontrato anni fa per caso, sul "social Instagram"; pubblicava foto bellissime, dalle quali traspariva l'amore e la passione del suo lavoro, e la proiezione di ciò che stava facendo, che oggi si è concretizzato.
Giovanni e Laura (che in questa avventura non l'ha mai lasciato solo) stanno investendo gli anni più belli della gioventù per realizzare un sogno, che dal nulla è già in parte completato.
L'aver riattivato una parte di quel conetto vulcanico con un vigneto impiantato, cresciuto con l'amore, l'aver vinificato ed atteso quanto bastasse per la vinificazione, oggi l'ha portato ad offrire al mondo intero il suo vino, che due anni fa denominai "dal vulcano al bicchiere", coniando l'hashtag #dalvulcanoalbicchiere.
Ed altro hashtag che coniai per lui "#tralciribelli", cioè quei tralci che si ribellavano alla staticità del territorio inerme, tralci che mostravano (e mostrano) la vigoria di chi fa, e fa per davvero, con tutte le sue forze.
E ... basta guardarlo in faccia ... per definire Giovanni "l'uomo del sorriso".

Ed oggi, dopo anni di lavoro ... partendo da zero ... oggi Giovanni va al Vinitaly ... "porto di approdo" dei viticoltori etnei, ma anche "trampolino di lancio" di chi le cose le fa e le fa per bene.

Tanti auguri Giovanni!

... domani continua ...

1 commento:

  1. Fa piacere leggere queste cose ma anche il modo in cui il dottore Vigo le racconta, le descrive...

    Sono di buon auspicio e da esempio da replicare, prendendo a mutuo le parole del dottore.

    Saluti
    Marco

    RispondiElimina