venerdì 26 maggio 2017

Sulla semplificazione burocratica: c'è o non c'è?

Notiamo situazioni completamente diverse sulla così tanto richiesta semplificazione burocratica: alcuni enti la vogliono e la attuano, in forza alle direttive comunitarie ed alla "Agenzia per l'Italia Digitale" http://www.agid.gov.it/, altri, invece, la esasperano e la acuiscono al contrario.

Ieri pomeriggio sono stato ad Acireale alla presentazione del SUAP Telematico.
In poche parole dal 1° luglio 2017 al comune di Acireale dovranno essere presentati progetti o richieste al SUAP esclusivamente per via telematica e con firma digitale: basta carte e basta pratiche perse, ma anche tracciabilità del procedimento in tempo reale.
In una intervista a Terra e Vita, poi, l'on.le De Castro, oggi europarlamentare, ma a suo tempo Ministro dell'Agricoltura, inneggia alla semplificazione burocratica avviata con il Decreto Omnibus.


Nel frattempo, però, osserviamo che sui vari PSR, di tutta Italia, alcune regione, come Puglia e Lombardia, hanno dematerializzato l'invio delle istanze e della documentazione, altre, come la Sicilia, invece, non solo rimangono ancorate ad obsoleti sistemi, ma hanno acuito ed esasperato la produzione cartacea.
Un esempio per tutti i 114 allegati che ho dovuto produrre per un reimpianto di agrumeto e realizzazione di un invaso per la raccolta delle acque irrigue.
Risme e risme di carte che potevano essere evitate e che, invece, vengono ancor oggi richieste.

Nessun commento:

Posta un commento