domenica 25 giugno 2017

Incubo in tangenziale di Catania

Dopo decenni e decenni l'ANAS si decide a ripavimentare la zona dei caselli di San Gregorio di Catania, e siccome non fa i lavori di notte, è da oltre una settimana che gli automobilisti vivono incubi di code chilometriche ed attese infinite.
Il primo giorno, a causa di una serie di incidenti, l'attesa è stata di oltre tre ore per percorrere quei miseri sei chilometri fra il casello di Acireale e quello di San Gregorio.
E i lavori non sono ancora finiti; riprenderanno lunedì ... in una Sicilia che si allontana sempre più dall'Europa ...

1 commento:

  1. I lavori potrebbero essere fatti di notte, qualora tutto funzionasse.
    Due anni fa mi sono recato a Miami e di notte lavoravano per ripristinare il manto stradale.
    Ieri mi dovevo recare ad Acicastello provenendo dalla Siracusa Catania, e dunque evito la strada che dall'aeroporto mi porta in centro, evito la circonvallazione passando dal Garibaldi, opto per la tangenziale e arrivo con mezz'ora di ritardo nonostante mi sia partito con largo anticipo. Fortunatamente la coda l'ho trovata all'altezza di Gravina.

    Ma dico, perché non fare come negli Usa?

    Saluti
    Marco

    RispondiElimina