giovedì 29 giugno 2017

Le tasse nell'ambito professionale

Il livello di tassazione italiana è già da tempo ad un livello insostenibile.
Il prelievo fiscale diretto ed indiretto per ogni fattura che emettiamo supera il 55%, e nonostante la consapevolezza dell'elevato prelievo ogni Governo millanta una riduzione di tasse. Se fosse così dovremmo essere un paese "tax free"; ed invece non è così.
Già ci lamentiamo da decenni dell'istituzione della Ritenuta d'Acconto, quel meccanismo perverso che non solo fa anticipare al Fisco di un anno e più il prelievo fiscale su ogni fattura che emettiamo, ma che ci obbliga poi di fare il "vigilantes fiscale" sull'effettivo versamento dell'imposta da parte del nostri cliente, divenuto suo malgrado "sostituto d'imposta".
E se il cliente non versa il dovuto perchè ha voluto omettere il versamento stesso per mille ragioni ... ecco che l'Agenzia delle Entrate richiede a noi il pagamento del non versato, con sanzioni e maggiorazioni al limite dell'usura.
E se un tempo poteva pure bastare la dichiarazione del cliente di "impegno a versare", per sgravare il salasso successivo a nostro carico, adesso questo non basta più, poichè si deve presentare necessariamente la "dichiarazione unica" ... e non basta dimostrare con una copia di un bonifico che l'importo della ritenuta d'acconto non è stata incassato: niente! Il Fisco  non sente ragioni .. noi dobbiamo vigilare sull'effettivo versamento della ritenuta d'acconto, che ricordo è pari "ad appena" il 20% sull'imponibile.

Insomma ... dovremmo "stare col fiato sul collo" al cliente ... vigilando su di esso e sulla sua contabilità fiscale ...

Mah!

... continua ...

1 commento:

  1. Non è in realtà cosi..Una multinazionale (ebbene si, non un cliente qualsiasi), che mi commissionò un progetto per la regimazione delle acque meteoriche in un impianto fotovoltaico a terra, mi pagò regolamente la fattura, ma senza versare la ritenuta d' acconto. L' agenzia delle entrate intimò a me di versarla in quanto omessa, ma dimostrai con un estratto dei movimenti del mio C/C che la stessa non era mai stata da me incassata. A seguito di ciò, il provvedimento a mio carico fu annullato. Resta comunque l' assurdo meccanismo a carico del prestatore d' opera di dimostrare di non aver incassato quello che il Committente avrebbe dovuto per legge versare!

    RispondiElimina