martedì 20 giugno 2017

Sulla siccità

Da diversi mesi molte regioni del nord Italia si lamentano della siccità, delle piogge assenti, e delle nevicate invernali ridotte.
Da qualche settimana il problema della siccità viene continuamente ripetuto nei vari telegiornali, ed alcune regioni chiedono anche lo stato di calamità naturale.
E fin qui è giusto e sacrosanto.
Ma mi chiedo: ma in questa Sicilia che da oltre quattro anni il problema della siccità è diventato assillante, come mai la politica è del tutto assente?
Ma come mai che nessuno pone accento sul problema, che investe tutti?
Mah!

1 commento:

  1. Egregio Dott., la politica siciliana è a tutt'altro affaccendata pertanto non ritiene la siccità che insiste e persiste ormai da diversi anni sul nostro territorio possa essere un problema d’attenzionare.
    Altri sono gli scopi. Altri i target a cui mira. Spazzatura, Migranti, rifiuti tossici da accogliere da altre regioni...... e tante altre diavolerie sino a giungere al “sancta sanctorum” di tutti i target…. il ponte sullo Stretto.
    Poi, che crollano ponti, strade, versanti di montagne, che vengono chiusi tratti ferroviari come la SR-CT, che per andare da CT a Rg si percorre una pericolosissima “Trazzera”, decisamente non adeguata al carico di utenza a cui è costretta, è molto molto altro ancora….. questo poco importa.
    Che speranza ha la siccità VS il PONTE SULLO STRETTO????
    A chi vuole possa interessare la siccità????....A gli agricoltori?!
    Tseh!! Quelli hanno i pozzi di proprietà e se ne fregano se non piove, irrigano lo stesso…. (onde evitare fraintendimenti, qualcuno mi ha risposto veramente come sopra).
    Ma allora non resta che sperare che se ne occupi il Dipartimento Regionale dell'Agricoltura?!.... Purtroppo pare di no!
    Al momento sono immersi a leggere FAQ e ad elucubrare diaboliche e macchinose procedure per la presentazione di progetti nei Bandi del PSR. Una mole di lavoro sconfinata. Bisogno sottolineare che però hanno l’umiltà, per le domande più difficili, di consigliare l'affidarsi a professionisti del settore.

    RispondiElimina