domenica 2 luglio 2017

Le tasse nell'ambito professionale, 4°

Sulle detrazioni fiscali professionali c'è da "puntare il dito" sulla iniquità, o forse accanimento fiscale, delle detraibilità dei costi inerenti le autovetture.

Infatti se l'IVA detraibile per le autovetture utilizzate per lavoro è pari al 40% (percentuale troppo bassa), ecco che tutti i costi detraibili per l'utilizzo delle vetture scendono alla risibile, e vergognosa al tempo stesso, percentuale del 20%.

Infatti possono detrarsi al 20%:
- le spese di manutenzione
- le spese di riparazione
- le spese di carburanti
- le spese di lubrificanti
- le spese di gestione ed impiego (assicurazione e bollo)
- le spese di ammortamento dell'acquisto della vettura e fino al limite di € 18.076,00, cioè poco più di una Fiat Panda
- le spese relative al leasing, ma per non più di € 3.615,20 per anno, e per non più di quattro anni.

Insomma, noi che utilizziamo l'auto per lavorare, fra l'altro senza avere alternative, possiamo detrarre i costi del mezzo del nostro lavoro solo per il 20%, come se utilizzassimo l'automobile all'80% per usi privati o familiari.

Una vergogna immane!

... continua ...

Nessun commento:

Posta un commento